Latest News

Meursault: Domaine Ballot-Millot

Abbiamo conosciuto Philippe Ballot, padre di Charles, alcuni anni fa, fu infatti grazie a lui che abbiamo avuto accesso alla nostra prima Paulée de Meursault nel 2006, contatto poi rinnovato annualmente. Questo incontro non era previsto, in quanto Charles Ballot era assente nei giorni in cui avevamo richiesto la visita, ma quando lo abbiamo reincontrato alla Paulée fu lui a sollecitare un nostro passaggio prima del nostro rientro in Ticino.

L’insegna del domaine Ballot-Millot & Fils

La storia del Domaine Ballot-Millot non ha niente di originale per la Borgogna, rappresenta esclusivamente la tradizione viticola delle famiglie Millot e Ballot, attive a partire dal XVI secolo. Oggi l’azienda è interamente gestita da Charles, un giovane sulla trentina capace, passo per passo, d’intraprendere la via che porterà questo domaine nei prossimi anni, ne siamo certi, alla ribalta mondiale.

Il bellissimo Ginko Biloba nel cortile dell’azienda

La superficie è abbastanza estesa per i canoni della Borgogna, 12 ettari di vigne che si estendono tra Chassagne-Montrachet e Beaune, capaci di produrre ben 20 denominazioni tra bianchi e rossi. Il comune di Meursault è molto ben rappresentato con i territori di les Criots, Narvaux, Genevrières, Charmes e Perrières, mentre il carattere dei rossi è affidato ai crus di Pommard e Volnay. Il vigneto è lavorato seguendo le direttive della lotta integrata, cioè senza l’uso di diserbanti e con un occhio alla coltura biologica. Le rese in vigna non superano i 35 hl. a ettaro per i rossi ed i 45 per i bianchi. “Lascio che il vino prenda il suo giusto ritmo, le fermentazioni e la maturazione sono abbastanza lunghe, circa 18 mesi per i bianchi e qualche mese in più per i rossi; la percentuale di legno nuovo non supera il 30%”.

LA DEGUSTAZIONE

Charles Ballot pronto per la degustazione

Meursaut Criots 2008 : Les Criots è un lieu-dit situato nel vigneto a nord del villaggio proprio nelle vicinanze della zona di Santenots.  Un suolo ricco di ciotoli ci offre un vino di buon corpo e finezza, ha energia e un’intensa nota minerale. Buono

Meursault 2008 : Due parcelle che generano un vino di piacevole presenza e finezza, ha tensione ed equilibrio ed un buon finale, fresco, minerale e con ritorni di mela verde.

Meursault Narvaux 2008 : Les Narvaux è uno dei lieux-dits più importanti di Meursault, sovrasta la zona 1er cru, ha un suolo di prim’ordine soprattutto nella parte bassa del cru, mentre la parte superiore soffre le condizioni climatiche non proprio favorevoli. Ci offre un vino di ottima potenza ed esplosività, ha freschezza, struttura e una fine mineralità. Gli aromi ci offrono note d’agrumi e la dolcezza di un buon boisé. Ha bisogno di tempo per rilevare il proprio carattere. Buono +

Meursault Les Charmes 2008 : La parcella è situata nelle Charmes de Dessus. Bella purezza aromatica, agrumi, pompelmo su tutti e una rinfrescante nota minerale. Ha classe ed eleganza, è morbido e si alluga in un finale completo e lungo. Molto buono in prospettiva.

Les Genevrières de Dessous dove è situata la parcella di Charles Ballot

Meursault Les Genevrières 2008 : La Rue des Grands Crus divide questo 1er cru in Genevrières-Dessus e Genevrières-Dessous, il nome evoca un arbusto molto diffuso in loco. Un vino che scalpita e di grande personalità, è longilineo ed elegante, molto lungo nella sua persistenza dove ritornano nitidi aromi di pera, agrumi e mandorla tostata. Splendido, diamogli tempo …

Meursault Les Perrières 2008 : Les Perrières sono senza dubbio il Premier Cru più prestigioso di Meursault, in molti si chiedono come mai non sia classificato Grand Cru, logicamente la domanda è senza risposta. Il suo nome sintetizza la struttura del proprio terreno, molto ricco di ciottoli e sassi, caratterizzano il vino di una decisa mineralità. La definizione aromatica ricorda i fiori bianchi, la mela verde, la pera, …, tutto avvolto in una fresca sfumatura minerale. Ha un attacco morbido che si sviluppa con decisione e tensione, il finale si apre su note saporite, di limone, agrumi e una nota tostata. Un altro vino che dopo 4-5 di riposo in bottiglia esprimerà un altissimo valore.

Situato sotto la zona boschiva, Les Perrières rappresentano il cru di Meursault più prestigioso

Meursault Les Perrières 2007 : Dopo un anno di bottiglia ha guadagnato in equilibrio, ha una bella precisione aromatica e ne esalta la freschezza: nocciola, pompelmo, limone, un ventaglio di fiori bianchi. Ha un attacco di buona grassezza ma poi acquisisce spessore con energia e tensione. Il finale al momento è chiuso e poco espressivo ma saporito. Peccati di gioventù per un vino che ha l’abitudine di raggiungere le vette. Gran bel potenziale.

Volnay Les Santenots 2007 : Les Santenots sono dedicati in prevalennza al Pinot nero e sono situati sul comune di Meursault nella zona che confina con Volnay. La parcella che genera questo vino si trova nella zona più pregiata quella che è definita “du Milieu”, cioè situata nella zona centrale della collina. Gli aromi sono invitanti e di qualità, è fragrante con frutti e bacche di bosco in evidenza. Ha stoffa ed agilità in bocca, tannini maturi e profondità, termina un bel frutto selvatico e minerale. Buono +

Pommard Les Pezérolles 2007 : Les Pezérolles sono situate sopra Les Petits Epenots nel settore compreso tra Pommard e Beaune. Offre un naso espressivo e mutevole: speziato, liquirizia, cassis, … alternato ad una bocca ricca e vigorosa, intensa e vellutata nei tannini. Elegante e molto buono.

Pommard Les Rugien 2007 : Come tutti sanno Les Rugiens si trovano nella parte opposta di Pommard quella che conduce a Volnay. Queste vigne sono situate nelle Rugiens-Hauts la parte ritenuta meno pregiata, terre bianche calcaree. Gli aromi sono puri, esaltano la giusta maturità del frutto e si riconoscono sfumature di lampone, ciliegia, viola, rosa, gesso e selvatiche. Virile e deciso al gusto, intenso e rigoroso nella struttura tannica esprime un finale ancora chiuso che però fa presagire un ottimo potenziale per il prossimo decennio.

La gamma dei vini del Domaine è splendida e intrigante, lineari e con una purezza aromatica elevata dove è esaltata la tensione e la capacità di durare nel tempo. Un indirizzo da non mancare e dove ritorneremo prossimamente con più calma.

Charles Ballot
Domaine Ballot-Millot & Fils – 9, rue de la Goutte d’Or – 21190 Meursault

Informazioni su Stefano & Giorgio (357 Articles)
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: