Fattoria Fèlsina a Castelnuovo di Berardenga

Finalmente eccoci è il momento di partire, dopo la Côte d’Or ci apprestiamo a scoprire le terre del Chianti Classico. Per viverlo nel modo più appassionato possibile ci siamo affidati all’organizzazione dell’amico Franco Traversi, un fiorentino conoscitore del Sangiovese e dei suoi interpreti, produttori lontani dalle mode passeggere del momento.

La prima visita è stata fissata da Franco presso la Fattoria di Fèlsina, situata a Castelnuovo Berardenga all’estremo sud della zona classica del Chianti. Il Classico, la Riserva, il Rancia ed il Fontalloro erano da noi già conosciuti, degustati e apprezzati più volte, motivi che ci hanno spinto a voler approfondire la conoscenza del produttore.

Fèlsina ha origini etrusche. Antichi documenti descrivono la presenza nel 1165 di un “hospitalis in Felsine”, una struttura che accoglieva i pellegrini sulla strada per Roma, Gerusalemme e Compostela. Questo piccolo nucleo fu acquistato nel 1966 da Domenico Poggiali, suocero dell’attuale proprietario Giuseppe Mezzocolin. Con il suo arrivo in azienda e con quello successivo, negli anni ’80, dell’enologo Franco Bernabei i vini hanno subito una svolta decisiva. Fu deciso di puntare sul Sangiovese di Fèlsina creando una selezione genetica di quel vitigno che tanto bene si adattò a questi suoli ed al suo clima.

Oggi Fèlsina dispone di circa 72 ettari, vigne che si sviluppano a cavallo tra la zona del Chianti Classico e quella delle Crete Senesi, aree contraddistinte da suoli di diversa natura. Undici poderi occupati in prevalenza dal Sangiovese ma anche dal Cabernet Sauvignon, dallo Chardonnay e dalla Malvasia, utilizzata esclusivamente per la produzione del Vin Santo. L’obiettivo è di esprimere il carattere di questa terra attraverso i vini. Il lavoro nelle vigne è finalizzato al mantenimento del suolo e della sua fertilità, per preservarne l’attività microbiologica vengono applicati eclusivamente dei composti naturali.

La degustazione

Le etichette di Fèlsina si riconoscono da un marchio che ne identifca la provenienza: Berardenga. È la relazione tra Fèlsina e il suo “territorio”, una filosofia mai persa di vista nel corso degli anni.

I Sistri 2007 – IGT Toscana

Uno Chardonnay in purezza raccolto sui 5 ettari a lui destinati. I vigenti si trovano a 370 metri sul livello del mare con un’esposizione sud, sud-ovest, i suoli sono di sabbie stratificate e alluvionali. La degustazione evidenzia un vino di tenui e discrete complessità, unisce aromi di frutta esotica a sfumature di vaniglia. Ha buona struttura e morbidezza, è sapido e completato da una fine presenza dell’elevanzione in piccole botti. Piacevole, ma siamo abituati al carattere di altri Chardonnay …

Chianti Classico Berardenga 2007

Il Classico di Berardenga è uno dei Chianti che più ci piaciono, niente di straordinario, ben inteso, ma un vino di carattere che sà garantire piacere per oltre una decina d’anni. 100% Sangiovese raccolto in diversi appezzamenti con ceppi anche oltre i 50 anni. Le altezze sono comprese tra i 350 e i 420 metri con suoli di varia natura. Matura per 12 mesi in botti di varie dimensioni. Aromaticamente è ancora trattenuto ma fanno cenno note di marasca, frutti di bosco, gelatina di fragole e lamponi, seguite da fini note speziate. Al gusto è vibrante e lineare, ha buona materia e un’intensa percezione tannica di fine estrazione. Il finale rimarca una piacevole vinosità e una bella freschezza. Un vino sicuramente d’acquistare e da lasciare in cantina un paio d’anni.

Chianti Classico Riserva Berardenga 2007

È frutto della selezione delle migliori uve provenienti dagli stessi territori del Classico “base”, lotti vinificati separatamente. Subisce una maggiore maturazione in botte e affina in bottigla per altri 6/10 mesi prima della commercializzazione. Si presenta con un colore di bella tonalità ed intensità. Gli aromi sono distinti e complessi, si evidenziano note di ribes, ciliegia, frutti di bosco e una miscela di spezie. In bocca mostra tutta la sua esuberanza giovanile, ha struttura, una spiccata acidità che darà longevità al vino ed un tannino ancora austero. Ha potenza, energia e profondità, sensazioni che confluiscono in un finale speziato e minerale. Ha belle prospettive davanti che si esprimeranno al raggiungimento del giusto equilibrio.

Chianti Classico Riserva Rancia 2006

Il Vigneto Rancia è posto ad un’altezza di 400 metri ben esposto a sud, copre una superficie di 6 ettari per un totale di 13’980 ceppi. Per i nuovi impianti, nati negli ultimi anni, è stata impiegata una selezione massale eseguita all’interno del “vecchio” Rancia. Gli aromi sono dapprima eterei per poi passare, con il tempo, ad un frutto succoso, note terrose e minerali. L’attacco gustativo è ancora un po’ slegato, con l’ossigeno sviluppa progressivamente con intensità e forza tutte le sue sensazioni. È carnoso, ha tannini vigorosi e una freschezza invidiabile che darà equilibrio al corpo del vino. Il finale è ancora trattenuto ma sicuramente si aprirà con il passare degli anni. In prospettiva un vino di spessore.

Fontalloro 2006 – IGT Toscana

Sempre un Sangiovese in purezza, una cuvée che raggruppa 3 diversi vigneti: il Fontalloro, situato nell’area del Chianti Classico, il Casalino e l’Arcidossino situati invece nell’area del Chianti dei Colli Senesi. Suolo molto calcareo nel Chianti Classico mentre è limoso e sabbioso sul confine con le Crete Senesi.  Il risultato ? Una miscela di gran classe. Elegante e limpido negli aromi: un frutto maturo e fresco allo stesso tempo, via via evolve con sfumature di tabacco, liquirizia, thè, terra bagnata, minerali, … La tessitura è vellutata, ha energia e tensione, il finale è scoppiettante, persistente e vigoroso, termina con ritorni complessi e d’eccellente qualità. Gran bel vino.

Maestro Raro 2004 – IGT Toscana

È un Cabernet Sauvignon in purezza coltivato dal 1984 su 1.5 ettari di vigne. Di colore rosso intenso e profondo con venature violacee. Ha aromi di piccoli frutti, cioccolata, tabacco, liquirizia, un buon dosaggio del legno e una fine espressione vegetale. Al gusto è pieno, potente e con tannini robusti. Il finale ha buona eleganza e persistenza con un retrogusto di carattere varietale. Ci affascina meno che i Sangiovese.

La degustazione termina con una sorpresa, una bottiglia proveniente dalla nostra cantina privata e che suggella la capacità dei Chianti di Fèlsina di durare nel tempo. Per l’occasione stappiamo una Riserva Rancia 1990: un vino perfettamente invecchiato che esprime un bouquet evoluto ma per nulla stancante. Il frutto è ancora presente e abbinato a sfumature di sotto bosco, tartufo, note terrose e speziate. In bocca è ancora vivo e vivrante, ha una silhouette lineare e diritta, la percezione tannica è ancora presente e contribuisce a dare personalità al vino. Per tutti una sorpresa, per noi una grande conferma.

Questa visita ci ha dato la possibilità di conoscere anche i vini dell’azienda agricola Farnetella, un’acquisizione fatta negli anni ’80 dal binomio Poggiali-Mezzocolin. Se a Fèlsina sono prodotti esclusivamente vini da monovitigno e da varietà per lo più locali, a Farnetella i vini provengono da assemblaggi e da vitigni di maggior diffusione internazionale come: Cabernet Sauvignon, Merlot, Pinot nero, Syrah e Sauvignon blanc. I vini sono elaborati con la consuetudine attenzione ma non hanno ancora lo spessore ed il carattere dei vini di Fèlsina.

Un grazie di cuore al personale dell’azienda che ci ha saputo soddisfare in ogni nostro desiderio. Un ringraziamento anche all’amico Andrea Norsa per il contributo fotografico.


Fattoria di Fèlsina
Via del Chianti 101
53019 Castelnuovo Berardenga (Siena)
Telefono: +39 0577 355117

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...