Latest News

Domaine Goisot: Côtes d’Auxerre Chardonnay 2008

Sono diversi anni che seguiamo sulle riviste e le guide francesi il lavoro di Ghislaine et Jean-Hugues Goisot. I loro vini sono proposti nella categoria “grandi affari”, cioè vini di terroir a prezzi convenienti.

La zona dell’Auxerois è con Chablis l’area della Borgogna piu a nord, dove solo una varietà come lo chardonnay sa dare risultati importanti. Sulle colline di Irancy e di Saint, Bris, le sole ammesse anche al sauvignon blanc, i suoli hanno molteplici sfumature ma sempre di carattere argillo-calcareo, terreni ricchi di ciottoli. Le esposizioni verso sud, sud-est e le elevate escursioni termiche tra il giorno e la notte permettono alle uve di salvaguardare la freschezza e di raggiungere una corretta maturazione tra la fine di settembre e l’inizio d’ottobre.

L’azienda di Ghislaine et Jean-Hugues Goisot ha dimensioni familiari, questo permette di puntare con decisione sull’espressione del territorio. Le scelte sono molto serie e per raggiungere questo obiettivo si sono scelti i metodi della coltura biologica e biodinamica. La vinificazione è tradizionale, una semplice operazione per svelare il territorio, senza modificare il carattere dell’uva raccolta nelle vigne.

In queste zone i vini a base chardonnay sono inclusi nella denominazione Bourgogne regionale, ma meriterebbero ben altro a livello qualitativo. Erano alcuni anni che cercavamo di recuperare qualche bottiglia di questo domaine, ma benchè le nostre ricerche furono intense, non fu possibile perchè non commercializzate in Svizzera. In un recente passaggio a Cannes, abbiamo trovato sugli scaffali di un’enoteca le tanto agognate bottiglie, quindi impensabile non acquistarne qualche bottiglia a 12€.

Il vino pur non mancando di maturità esprime grande energia e brillantezza. Si esprime con fresche note d’acacia, fiori gialli, pesca e mandorla. È elegante e vibrante, ha una silhouette slanciata e aromi di fine bocca intensamente minerali frutto del territorio. Matura in legno ? Certo, come tutti gli Chardonnay di Borgogna, ma durante la degustazione nessun accenno. Gran bella bottiglia.

Ma perchè nessuno commercializza questi vini in Svizzera ?

Informazioni su Stefano & Giorgio ()
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: