Latest News

Due passi tra Meursault e Chassagne-Montrachet

Malinconia ? Beh forse si.

Allora perchè non rivivere qualche emozione borgognona ?

Basta poco, qualche fotografia e un po’ di fantasia, ed eccoci trasportati in questi magnifici luoghi. Dai, proviamo a fare una passeggiata tutti assieme tra le vigne che da Meursault ci conducono a Chassagne-Montrachet, transitando per Puligny-Montrachet, terre d’elezione dei grandi chardonnay.

Pronti ? Si parte !

A Meursaut le indicazioni ci indicano la strada da percorrere. Rue de Mazeray e rue de la Velle ci conducono fuori dal villaggio e immediatamente si apre ai nostri occhi uno scenario fatto di vigne. Poco meno di 1’000 ettari suddivisi tra i tre comuni della Côte des Blancs.

Poco fuori dal villaggio la Rue des Grands Crus svolta verso destra e comincia una lenta salita sulla collina tra i 1ers crus di Meursault. Immediatamente sulla destra troviamo Les Poruzot, poi la strada divide in due Les Genevrières (Dessus e Dessous)

Qualche passo più in là la stradina divide Les Perrières e il suo “Clos”, nella parte superiore, …

… e Les Charmes, in quella inferiore.

Qui si sconfina nel territorio di Puligny-Montrachet, avvicinandoci pian piano alla zona di Montrachet. La strada divide Champ-Canet da Les Combettes, …

… Clos de la Garenne e Les Folatières da Clavaillon, …

… Clos de Cailleret da Les Pucelles.

Il cuore inizia a battere forte, infatti questi Puligny 1ers crus confinano con l’area più pregiata al mondo per lo chardonnay. Montrachet (nella parte superiore) e Bâtard-Montrachet (in quella inferiore) si affacciano direttamente sulla Rue des Grands Crus.

A Chevalier-Montrachet tocca la parte più elevata della collina, sovrastando Le Montrachet, mentre a Bienvenue-Bâtard-Montrachet tocca la parte più bassa, toccando l’area “village” di Puligny.

Montrachet e Bâtard ci accompagnano nel comune di Chassagne che divide, con Puligny, metà della loro superficie. Sul suo territorio a fare da valletti all’area di Montrachet si dispongono importanti 1ers crus: En Remilly, Dent du Chien e Blanchots originano vini di grande spessore.

Ora la Rue des Grands Crus comincia a discendere lievemente così da intravvedere il villaggio di Chassagne-Montrachet, ma prima di raggiungerlo sulla sinistra ecco Criots-Bâtard-Montrachet l’utimo Grand Cru l’unico la cui superficie é interamente sul suo comune.

Siamo oramai giunti a destinazione, “stanchi” ma soddisfatti di aver rivisto magnifici luoghi e rivissuto intense emozioni e voi ?

Informazioni su Stefano & Giorgio (357 Articles)
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

2 Commenti su Due passi tra Meursault e Chassagne-Montrachet

  1. Superbe les gars !Patrick

  2. Wow – the summer weather looks really bad this year😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: