Latest News

Jean Macle: Château Chalon 1994

Château Chalon fa parte della tipologia chiamata “Vin Jaune“. È uno dei vini estremi, ottenuto con particolari metodi di vinificazione, quindi riteniamo piuttosto banale presentarvi solamente i nostri appunti di degustazione.

Ecco perché partiamo da lontano, nella sua storia. Il Vin Jaune o Vin de Garde è un prodotto esclusivo della regione francese del Jura, un territorio non tra i più attrattivi ma tra le sue vallate si trovano produttori di valore. L’area dello Château Chalon è circoscritta all’omonimo comune. Come in altri luoghi viticoli questa zona era conosciuta e apprezzata dai Romani già nei primi secoli dopo Cristo. La storia é strettamente legata a quella della sua abbazia, un vino particolarmente apprezzato da re e imperatori apparendo sulle nobili tavole di mezza Europa.

Le colline sotto Château Chalon (Uploaded with ImageShack.us)

La superficie in produzione è limitata, non supera infatti i 50 ettari, occupata esclusivamente dal savagnin, vigne che producendo non più di 35 hl. per ettaro. Si sviluppano in zona collinare, la maggior parte di loro hanno forti pendenze (certe raggiungono il 45%) obbligando i viticoltori a grandi sforzi per evitare scoscendimenti e l’erosione dei terreni. I suoli sono formati da una banda marnosa che si estende dai 250 ai 400 metri d’altezza, il privilegiato orientamento delle vigne e la profondità delle vallate trattengono il calore dei raggi solari. Queste condizioni situano le vendemmie del savagnin verso la metà d’ottobre. Dopo le raccolte, le pigiature e le fermentazioni, rigorosamente spontanee, il vino è introdotto in fusti di rovere da 228 litri per un periodo minimo di 6 anni e 3 mesi. I fusti, posizionati in vecchie cantine con elevate escursioni termiche tra l’estate e l’inverno, non vengono totalmente riempite ne ricolmate dopo l’evaporazione del vino. Il contatto con l’aria innesca un lento processo d’ossidazione e la formazione di un velo bianco formato da lieviti che ne aumenta la capacità di protezione e che caratterizzerà le complessità del vino. 
È imbottigliato nelle esclusive “clavelin”, timbrate con il marchio di Château Chalon. Ufficializzate nel 1506, sono uniche per forma e contenuto, la loro capienza è di 62 cl. Questa capacità rappresenta la quantità di vino rimanente dopo l’evaporazione di 1 litro durante i 6 anni d’invecchiamento.

I produttori che si dedicano a questa denominazione non superano la trentina, il nome di maggiore impatto sugli appassionati è Jean Macle. Le sue vigne su Château Chalon hanno una superficie di 4 ettari, sono trattate senza l’uso d’insetticidi, anti-muffe e ne prodotti di sintesi.

Le tecniche di produzione incidono sul piano aromatico dando un carattere dove emergono fini note d’ossidazione, il colore è caldo, con una tonalità dorata e pieno di vivacità. Attorno ai 13/14 ° è risaltata la complessità di questo vino note fumé, frutta candita, radici, mandorla, noci, nocciola, tabacco, spezie orientali, …

In bocca è stupendo, ha struttura e una forma affusolata e diretta, il finale è formidabile, accompagnato da grande freschezza e da ritorni di scorza d’agrumi, mela cotogna, noci e da una fine tannicità. Conservato in una bottiglia stappata lo abbiamo ridegustato dopo 12 ore, presentava ancora a pieno le sue potenzialità.

Informazioni su Stefano & Giorgio (357 Articles)
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

3 Commenti su Jean Macle: Château Chalon 1994

  1. Questo vino mi piacerebbe veramente provarlo, mi sembra già di sentirne il profumo e il gusto, dove lo posso trovare?
    Ciao Guido

  2. ciao Guido
    ci fa piacere che ti abbiamo incuriosito, lo trovi da CAVESA al seguente link
    http://www.cavesa.ch/achat/chateau-chalon-macle,2003,5834,0,1.html

  3. Bevuta una bottiglia di vin jaune di Macle mercoledì scorso ( 2004) … Grandissima come sempre … Da poco distribuito dal teatro del vino , vale la pena farsi un giretto a chateau chalon e dintorni … A chateau chalon consiglio anche Salvadori e Berthet Bondet …

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: