Latest News

Lilbert a Cramant, propriétaire récoltant

Henriot, Roederer, Ruinart, Bollinger, Ayala, Pol Roger, Deutz, …, troppo scontato e ovvio, per parlare di Champagne abbiamo scelto Lilbert a Cramant

Molti si chiederanno, chi ?

La piccola azienda familiare Lilbert, in compagnia di Larmandier-Bernier, Gaston Chiquet, Pierre Gimonet, Moncuit, Agrapart, … e molti altri piccoli vigneron, fa da contrapposizione alle grandi maisons di Reims, offrendo vini singolari e sinceri. Discendente da una famiglia di antiche tradizioni viticole, il giovane Betrand Lilbert ha rilevato, nel 2003, i 3.5 ettari di proprietà. Le loro vigne sono a Cramant e nei comuni vicini di Chouilly e Oiry, un’area classificata Grands Crus dove le uve chardonnay trovano tutta la loro dimensione. Vi ricordiamo che ci troviamo nella Côte des blancs quindi la zona più idonea allo chardonnay e destinata all’elaborazione dei Blanc de Blancs. Qui le radici si sviluppano in suoli gessosi, e si sente, le viti godono dell’ideale esposizione e di condizioni micro-climatiche eccezionali. La purezza e la mineralità degli champagne di Lilbert ci hanno sedotto, propone delle cuvées vibranti, tese e di grande finezza. Essendo “nature”, cioè senza dosaggio con il liqueur d’expedition, i vini sono secchi e non rappresentano lo stile di una marca ma cercano di affermare le peculiarità di questo straordinario territorio. I vini che ci propongono sono tre: BLANC DE BLANCS Grand Cru introduce la gamma. È l’assemblaggio di vini di 2-3 anni (in genere di annate successive), all’attacco è diretto e deciso, si conferma per delicatezza e freschezza. Chiude su toni sapidi, frutta bianca e con sfumature citroné e di pompelmo. Sempre una grande piacevolezza. BRUT PERLE Grand Cru (blanc de blancs) è uno spumante non usuale nella regione, lo si può descrivere come un “crémant”, denominazione non autorizzata nella Champagne. Ha un’effervescenza meno marcata e più delicata in rapporto alle versioni classiche, ha grande tensione e una spina dorsale acida spiccata. È cremoso e sviluppa il gran potenziale del territorio. Chiude con note tostate. CRAMANT Millesimée, attualmente è commercializzata l’annata 2005. Per questa cuvée sono destinate solamente le uve provenienti dalle migliori parcelle di Cramant. Ha classe, gioca su intriganti complessità, ha equilibrio tra maturità, freschezza e mineralità. La struttura rimarca un corpo sostenuto e slanciato, ha un carattere saporito. Il finale è speziato e si evidenziano sfumature di agrumi e di miele.

Gli Champagne di Lilbert, non finiranno di stupirvi !

Informazioni su Stefano & Giorgio (357 Articles)
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: