Latest News

Saint Emillon Château Pavie Macquin 2001

Posso bastare soli 14 ettari per fare un grande Saint Emillon ? Si direbbe proprio di si.

Rispetto ai grandi châteaux bordolesi, Pavie Macquin rappresenta una piccola proprietà famigliare creata da Albert Macquin alla fine del XIX secolo, nonno degli attuali proprietari. Oggi Nicolas Thienpont assicura la direzione dell’azienda, mentre Stéphane Derenoncourt sovrintende alla parte tecnica. Classificato “Premier Grand Cru Classé” nel settembre del 2006, è composto da un unico blocco situato su un altopiano con altezze tra i 75 e i 100 metri. Confina con Châteaux Trottevieille, Troplong-Mondot, a ovest, Château Pavie a sud. La natura dei suoli è di tipo argillo-calcareo: uno strato di una quarantina di centimetri di argilla grassa posizionata su una roccia calcarea. Elementi che conferiscono al vigneto un’alimentazione idrica regolare con un buon drenaggio naturale. Le pratiche nel vigneto si ispirano, dalla fine degl’anni ’80, verso una coltura biodynamica, con regolari arature e un utilizzo di trattamenti in rame limitato allo stretto necessario.

Giorgio ha stappato la bottiglia con largo anticipo, allo scopo di permettere al vino di raggiungere la necessaria temperatura e l’ideale ossigenazione. Il millesimo 2001 non sarà uno dei più valutati da parte della stampa, ma che goduria. Non un vino potente ma che sintetizza l’armonica e l’eleganza. Un equilibrio già percettibile nella fase aromatica: frutta nera, un tocco di vegetale dato dal Cabernet Franc, una miscela di spezie ben fuse tra loro (non quel grossolano e marcato bloisé) e qualche sfumatura terziaria di cuoio, pellame, umus, radici, erbe medicinali, … Un bouquet di grande qualità ! Al gusto è vellutato e accarezza la nostra bocca, s’intuisce tutta la finezza del Merlot di queste parti. La grana dei tannini è molto fine e una viva freschezza da equilibrio alla sua struttura. Il finale non è imponente ma ha grande classe, lunga persistenza e una bella sapidità. Giusto attenderlo almeno una decina d’anni.

Informazioni su Stefano & Giorgio ()
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: