Latest News

Castello di Uviglie: Monferrato Albarossa 1491 2008

Un’altra Albavilla ! Un vitigno che prodotto a regola d’arte sà appassionare.

Ricordiamo che questa varietà tipicamente piemontese nasce nel 1938 da un’intuizione del professor Dalmasso. Un incrocio tra Nebbiolo (varietà Chatus) e Barbera che solo nel 2000 entra a far parte dei vitigni autorizzati nelle province d’Alessandria, Asti e Cuneo. Da questo momento alcuni produttori del Monferrato si sono adoperati per comprendere e sviluppare questo vino, tra questi Castello di Uviglie.

Di Simone Lupano ne avevamo già parlato nell’articolo ” Alla scoperta delle Barbere di Castello di Uviglie a Rosignano Monferrato ” dove erano elogiate le sue  Barbere Le Cave e Picco Gonzaga. Oggi ci tocca parlare dell’Albarossa 1491.

Le uve provengono da un unico vigneto impiantato nel 2001; raccolte, vinificazioni e maturazione il legno sono svolte con grande impegno e attenzione, finalizzate ad ottenenre un vini di struttura e personalità. Il suo colore è rubino, intenso e denso. Gli aromi esaltano frutti a polpa rossa, accompagnati da sfumature speziate e floreali. L’attacco gustativo è voluminoso e carnoso, con una carica tannica abbondante e matura. Una buona freschezza riesce a dare equilibrio a tanta generosità (14,5% !) e sviluppo alla seconda fase. Nel finale riemerge un carattere fruttato e speziato di buona persistenza. Una bella domostrazione di questo vitigno, che invitiamo tutti a conoscere ed approfondire. Merita qualche anno di cantina al fine di ammobidire il vigore tannico.

Lo trovi da VINOIDEA a frs. 24.75

Informazioni su Stefano & Giorgio ()
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

2 Commenti su Castello di Uviglie: Monferrato Albarossa 1491 2008

  1. Grazie Stefano, grazie per questa tua bella recensione del vino di Castello di Uviglie. Sono tornato oggi da una 4 giorni al vinitaly ed ho avuto occasione di provare molte albarosse. Non tutte mi hanno particolarmente entusiasmato, ma ci sono produttori che riescono a far rendere questo vitigno in maniera a dir poco sorprendente. Speriamo che continuino a lavorare bene…
    Ciao Patrizio

  2. Ne ho letto dell’albarossa, questo in particolare me lo aveva consigliato un profondo conoscitore del monferrato il sommo M.Gily.
    Però saggiando quà e là, sempre in basso monferrato, tagli tradizionali di barbera e nebbiolo mi viene da chiedere se c’era proprio la necessità di un vitigno “pipistrello” nè sorcio nè uccello.
    Mi viene anche da chiedermi come mai non si insista con il nebbiolo tout court.
    Comunque assaggerò.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: