Latest News

Alsazia: Albert Boxler a Niedermorschwihr

Cominciamo con una convinta affermazione: che classe i bianchi prodotti da Jean Boxler.

Difficile trovare informazioni sull’azienda. Nessun sito web da consultare, solo alcune recensioni in lingua francese su blog specializzati sui vini alsaziani. Strana questa riservatezza per una famiglia ritenuta tra le eccellenze della regione, il perché lo comprendi solo conoscendo la discrezione delle persone. Per questa ragione pensavamo fosse impossibile visitarli, invece la risposta fu immediata e fortunatamente affermativa. Niedermorschwihr dista una decina di chilometri da Colmar, un piccolo borgo alsaziano rannicchiato ai piedi del suo unico Grand Cru, il Sonnenberg.

Il nostro interesse verso quest’azienda viene dalla loro singolare concezione del territorio. Chi altro imbottiglia separatamente ben quattro cuvée dello stesso Grand Cru ? Probabilmente nessun’altro.

Il ricevimento avviene in un ambiente molto cordiale e familiare con i bambini che giocano e ridono nel cortile, insomma nessun atteggiamento da “star”. La famiglia Boxler possiede vigne nel villaggio dal XVII secolo. Nel 1946 Albert Boxler, nonno di Jean, costituì l’attuale azienda riunendo le vigne di famiglia con quelle del fratello. La prima cosa fu quella di favorire l’impianto dei vitigni nobili, scegliendo per ciascuno le terre più adatte. Jean succede al padre Jean-Marc nel 1996 dopo aver percorso le varie tappe professionali. Oggi, il patrimonio viticolo è costituito da parcelle nei i due Grand Cru di Sommerberg e Brand unite ad altre adiacenti, per un totale di 13 ettari.

 

I territori

Come anticipato l’azienda dispone di parcelle in due tra i più prestigiosi Grands Crus: il Sommerberg a Niedermorschwihr e il Brand a Turckheim.

Il Sommerberg si estende sul versante sud delle Trois-Epis, la collina che separa Niedermorschwihr da Katzenthal. Vanta pendenze molto forti che possono raggiungere i 45° d’inclinazione, perfettamente rivolte verso sud e raggiungono i 400 metri d’altitudine. La sua estenzione è limitata a 29 ettari occupati per il 90% dal Riesling, il vitigno che meglio si addice al carattere granitico dei suoi suoli.

Una parte del Sommerberg fotografata dal cortile della cantina

Qui l’azienda dispone di più parcelle, con vigne di età, esposizione, condizioni geologiche e micro-climatiche diverse. L’unione di questi fattori genera vini con caratteri e complessità diverse. Per questo motivo i Boxler non hanno voluto mettere i loro 4 ettari sotto un’unica etichetta. Hanno preferito suddividere ed imbottigliare separatamente i diversi terroirs, specificandone la provenienza. L’Eckberg dà vita alla Cuvée E, è la parcella situata più in alto, sempre ben ventilata ed esposta verso sud su roccia granitica. Sviluppa un vino con un carattere riduttivo e una forte impronta minerale, quasi salino. È secco e con una spiccata acidità che dà profondità. La sua evoluzione è lenta e con uno stile aristocratico. Al suo opposto la parcella Dundenstein, situata nella parte bassa della collina su suoli complessi, granitici e calcarei. Le vigne hanno un’età di oltre 60 anni e guardano in direzione sud, sud-est. Queste uve sono destinate alla Cuvée D, un vino più ricco e rotondo, con un’espressione fruttata più definita e zuccheri residui ben fusi nella struttura. Due espressioni di stile opposto. Le Cuvées Jeunes Vignes e Grand Cru completano la produzione, raggruppano parcelle situate nella parte mediana della collina. Su questo territorio l’azienda vanta anche una parcella lavorata dal pinot gris.

L’atro grande territorio dei Boxler è il Brand. È posto parallelamente al Sommerberg e sovrasta il villaggio di Turckheim all’entrata della vallata di Munster. Grazie all’esposizione sud, sud-est, gode di un’importante insolazione. I 58 ettari si sviluppano fino ai 340 metri d’altezza su pendenze meno importanti rispetto al Sommerberg. Le diverse complessità dei suoli favoriscono la lavorazione di un maggior numero di vitigni: riesling, pinot gris, gewürztraminer, pinot bianco, … riescono a dare diverse sfumature di questo territorio. La superficie qui lavorata dai Boxler è di 2 ettari, per lo più riesling ma pure del pinot gris. Al riesling sono dedicate due cuvées Brand Grand Cru e Brand K; K da “Kirschberg”.

LA DEGUSTAZIONE

Straordinarie bottiglie piene di fascino

ALSACE PINOT BLANC – AUXEROIS 2009 : Ha una bell’aromaticità: frutta bianca e sfumature minerali. Grazie ad alcuni grammi di zuccheri residui è morbido e rotondo, un finale di buona lunghezza evidenzia una nota saporita. Un vino, come dicono gli amici francesi, “flateur”, cioè  immediatamente piacevole.

ALSACE RIESLING 2009 : Naso di grande freschezza e di fine definizione aromatica. È secco e diretto, ha energia e un’acidità da vendere ma ben integrata nella struttura. Il finale si esprime su note di limone e mela verde. Un vino elegante e rinfrescante; merita qualche tempo d’affinamento.

RIESLING SOMMERBERG JEUNES VIGNES 2009 : Le giovani vigne del Sommerberg hanno un’età di circa 12 anni, danno un vino di alto standard che ci fa capire ciò che possono dare le cuvées più rinomate. Si distingue per la finezza e la mineralità, rinfrescato da intense note floreali. Nella fase gustativa dà eleganza ed equilibrio, ha struttura, profondità e brillantezza, chiude con ritorni speziati. Ottimo

RIESLING SOMMERBERG GRAND CRU 2009 : Queste vigne hanno mediamente 30 anni d’età e generano un vino che esprime un carattere minerale. La ricchezza zuccherina conferma un attacco denso e rotondo che trova la necessaria energia per dare sviluppo e continuità. Un finale secco ed equilibrato, affermano la sua eleganza.

RIESLING BRAND GRAND CRU 2009 : Dal Sommerberg si passa al Brand, territori diversi ma entrambi grandi palcoscenici per il Riesling. È intrigante e si svela piano piano. Più stretto rispetto al precedente ma che profondità e decisione. Il finale ha equilibrio ed energia riservandoci ritorni di agrumi e salini. Maturerà alla grande.

ALSACE MUSCAT 2009 : Dopo avere assaggiato i grandi Riesling viene difficile valutare questo Muscat. Più intenso che complesso presenta un’invitante florealità che si esprime con note di salvia e menta. In bocca è asciutto, scattante, fresco e discreto.

ALSACE PINOT GRIS 2008 : Si sviluppa con un carattere varietale cioè con ricordi di sottobosco, terroso e muschio. Al gusto si apre aromatico, speziato e minerale, mentre chiude su note esotiche e con un residuo zuccherino percettibile.

PINOT GRIS RESERVE 2009 : La menzione “Reserve” proviene dalla declassazione del Gand Cru Sommerberg, decisa in un’annata non ritenuta all’altezza. Un vino opulento e maturo che manca un pò di brillantezza e complessità finali. “Solo” buono, in effetti non ci entusiasma.

PINOT GRIS BRAND GRAND CRU 2008 : Un vino importante e strutturato, la qualità aromatica, come tutti i fin qui degustati, è limpida e ben definita. Oltre al carattere varietale emergono note speziate e minerali. I 20 gr./l. di zuccheri residui sono percettibili sotto forma di cremosità e grassezza all’attacco. Per fortuna l’acidità è ben presente e riesce a mettere in equilibrio tanta ricchezza. Piace proprio per la sua capacità di reagire …

PINOT GRIS SOMMERBERG GRAND CRU 2008 : 30 gr./l. di zuccheri residui ! è una via di mezzo tra una Vendemmia Tardiva e un vino secco. Sia al naso che in bocca è percepita una maturazione spinta avvolta nell’eleganza aromatica. Un vino cremoso e delicatamente dolce che che non manca di vivacità. Presenta un finale persistente ed equilibrato, si definisce su note minerali, frutta esotica e secca. Elegante e con un tocco femminile.

ALSACE GEWÜRZTRAMINER 2009 : Frutta esotica, fiori e spezie a go go. La nota minerale gioca a dare complessità e freschezza alla componente varietale. Morbido e persistente lascia una lunga scia aromatica di grande finezza. Piace anche a noi, non assidui fans del Gewürz…

PINOT GRIS SOMMERBERG VT 2006 : Il primo vino veramente dolce. È affascinante e coinvolgente, evolve con grande qualità e maturità su note sottobosco, foglie secche, albicocca, scorza d’arancia, mela cotogna … L’armonia gustativa racchiude grassezza, freschezza e una fine dolcezza, la chiusura è molto lunga e equilibrata. Top class ! Da sbizzarrirsi con gli abbinamenti.

GEWÜRZTRAMINER SGN 2007 : Da brividi ! Che classe, un vino che farebbe ricredere anche i non amanti dei vini dolci. Per descrivere questi vini bastano poche parole: complessità e sensazioni raccolte in un perfetto equilibrio. La dolcezza finale è controllata da una scia di freschezza interminabile. Chapeau monsieur Boxler !

Conclusione: Una degustazione di grande prestigio che ci ha fatto conoscere la straordinaria gamma vinificata da Jean Boxler. Vini di grande eleganza e purezza aromatica. I Riesling hanno sottolineato la straordinaria capacità di questa varietà di sintetizzare il carattere dei singoli territori, specie se granitici. La vinificazione separata delle diverse parcelle evidenzia un carattere territoriale che sa affermarsi su quello varietale, conferendo così maggiori complessità ai vini.

Un grazie alla famiglia Boxler per l’accoglienza ricevuta.

La galleria fotografica

Domaine Albert Boxler
78, rue 3 Epis
68230 NIEDERMORSCHWIHR
+33 3 89 27 11 32
Email: albert.boxler@9online.fr

Informazioni su Stefano & Giorgio (357 Articles)
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

13 Commenti su Alsazia: Albert Boxler a Niedermorschwihr

  1. dei Riesling Sommerberg 2007 di Albert Boxler ne parla con grande enfasi anche Stephane Wasser sul suo Blog http://www.stephanew.com/article-rieslings-granitiques-2007-avec-le-club-aoc-de-barr-75911414.html

  2. Come sono i prezzi F/C soprattutto per la serie dei riesling ?? Differenze con Albert Mann ???

    • Se ben ricordo i prezzi sulle Cuvée Grands Crus si aggirano sui 25€, il problema è che erano già esaurite le scorte. Su Albert Mann non ho riferimenti.

  3. Ho avuto modo di provare il Riesling Gran Cru Sommerberg 2008. Davvero una bella scoperta, profumato, di fiori e frutta bianca a piena maturazione, e con una nota minerale decisa e in rilievo. Polposo ma sapido e soprattutto freschissimo, con l’acidità a pulire i 6 gr di residuo di cui nemmeno ci si accorge.

    dove lo troviamo?

  4. all’enolora a sondrio!!!!

  5. scusa se ti disturbo, ma ho provato a contattare Boxler tramite mail ma non ricevo risposta. Hai qualche modo per contattarlo o mi tocca chiamarlo per telefono? Grazie se sai darmi un suo contatto corretto.

  6. ti chiedo un parere spassionato, secondo te vale la pena saltare Zind Humbrecht per andare da Boxler? mi hanno proposto lo stesso orario, spero che Humbrecht me lo sposti ma attendo risposta…

1 Trackback / Pingback

  1. Nonsolodivino “il Club” in visita a Jean-Marc Bernhard a Katzenthal | Nonsolodivino

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: