Latest News

Focus: La Romanée, la più piccola appellation di Francia

Non facciamo confusione, stiamo parlando della Romanée, niente a che vedere con la Romanée-Conti, anche se questo fazzoletto di terra confina a ovest con il conosciutissimo monopolio del DRC. Una vigna di piccolissime dimensioni che non raggiunge l’ettaro di superficie; 84 acri, per la precisione, che rappresentano la più piccola denominazione francese. Si perchè in Borgogna ogni singolo Grand Cru o 1er Cru rappresenta una AOC (Appellation d’Origine Controllé). La Romanée si trova in quell’angolo magico di Vosne-Romanée contornata, oltre che dalla Romanée-Conti, dalla Tâche, Grande Rue, Richebourg e Romanée-Saint Vivant.

La disposizione dei Grands Crus su Vosne-Romanée (cartina di Vins de Bourgogne)

I primi accenni risalgono a metà del XVII secolo. Fu il generale Louis Liger-Belair nel 1826 a costituire il perimetro originale, raggruppando sei piccole parcelle contigue definendole con l’attuale nome. Per lungo tempo fu confuso con la Romanée-Conti anche se queste due parcelle nel corso della storia hanno avuto destini ben diversi. Con lo smantellamento del patrimonio viticolo dei Liger-Belair, di cui facevano parte anche la Tâche e la Grande Rue, tutte le vigne furono svendute o date in gestione alle famiglie locali. La Romanée fu data in affitto fino al 2002 alla famiglia Forey di Vosne, ma commercializzata sotto l’etichetta della Maison Bouchard. Con la ricreazione dell’azienda Comte Liger-Belair, nel 2002, Louis-Michel Liger Belair, ha reintegrato definitivamente la Romanée a partire dalla vendemmia 2005.

Il lavoro in vigna in primavera

La parcella si estende su pendenze attorno i 10-12°, la parte più elevata raggiunge i 280 metri di altezza. I suoli sono complessi a diversi per carattere a seconda della loro altezza: marne, blocchi calcarei, argillo calcareo, … ricoperti da terre ricche di sassi gialli e rossastri. I filari corrono in direzione nord-sud perpendicolari alle pendenze, questo per facilitare la lavorazione della vigna e impedendo l’erosione del terreno. I ceppi hanno un’età di circa 50 anni e sono lavorati seguendo i metodi della coltura biodinamica.

Louis-Michel Liger-Belair durante una delle nostre degustazioni

Rispetto all’abituale frammentazione questo Grand Cru, come per la Romanée-Conti e la Tâche, è detenuto in monopolio da un solo domaine e dà origine a circa 4’000 prestigiose e costose bottiglie. La vinificazione avviene in modo classico con fermentazioni attivate da lieviti autoctoni e con pochissimi interventi di cantina. L’elevazione differenzia dalla grande maggioranza dei Grands Crus, avvenendo in “pièces” 100% nuove, una condizione che il vino sà assorbire benissimo con il passare degl’anni. Durante le nostre visite a Château de Vosne-Romanée abbiamo avuto modo di degustare sia l’annata 2006 che 2007. Un vino che poggia su uno straordinario equilibrio. Ha un raffinato volume sostenuto alla perfezione da una viva freschezza e da una vellutata grana tannica. Una nobiltà da vero Grand Cru, che fa comprendere quanto andava dicendo Henri Jayer e cioè  ” … se un vino non presenta una corretta armonia già in cantina, mai l’avrà … “

Informazioni su Stefano & Giorgio ()
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: