Domaine Jean-Marc Bernhard a Katzenthal

Per spostarsi da Niedermorschwihr, dove abbiamo visitato Albert Boxler, a Katzenthal bastano pochi minuti di macchina attraverso le vigne, godendo un bel panorama sui villaggi vicini e sui Vosgi.

Ci ha incuriosito quanto la guida Les meilleurs vins de France 2011 ha pubblicato circa l’azienda Bernhard, definendola ” un’azienda da conoscere con urgenza ” e inserita tra quelle che hanno progredito maggiormente negli ultimi anni. Pure l’annuale rendiconto dell’annata 2009 della RVF ha evidenziato la grande riuscita dei loro Grands Crus. Quindi eccoci qui per conoscere e degustare i vini di Jean-Marc e Frédéric Bernhard.

Parliamo con Jean-Marc, il papà di Fréderic, che ci spiega le basi delle loro attività: ” Il nostro lavoro in vigna è basato sul rispetto dei territorio e dei suoli. Il tutto è fatto per favorire la loro vita e il loro sviluppo, basi dell’espressione di ogni singolo terroir. Apporti di composti, mantenimento delle vecchie vigne, lavoro minuzioso sulle piante, … pratiche che si stanno avviando verso il biologico. In cantina le cose sono abbastanza semplici con pochi interventi e fermentazioni lente attivate da lieviti indigeni. La famiglia Bernhard è attiva nella viticoltura dal 1802, Jean-Marc riprende l’azienda nel 1980 mentre Frédéric la rileva nei primi anni del 2000.

I territori

Le loro vigne si estendono su 10 ettari, 8 di proprietà e 2 in affitto, piccole parcelle disseminate nella piana o sulle colline di 5 comuni che circondano Katzenthal. Un patrimonio non di poco conto infatti i nostri vantano vigne nei Grands Crus di Wineck Schlossberg, Mambourg, Kaefferkopf, Florimont, Schlossberg e Furstentum.

Wineck Schlossberg è l’unico Grand Cru di Katzenthal, occupa la parte della collina orientata verso sud, sud-est, situato tra i 280 e i 400 metri d’altezza. La sua superficie è di 27.40 ettari, il sotto suolo è composto da una roccia granitica ricoperta terre ricche di ciottoli, caratteristiche molto gradite dal Riesling. Le proprietà dell’azienda Bernhard si dividono in tre parcelle con pendenze molto ripide e ben protette dai venti. Il Castello di Wineck, costruito nel XII secolo, troneggia al centro del Grand Cru ed è il solo castello alsaziano contornato da vigne.

Manbourg domina la collina sopra Sigolsheim, copre 61.85 ettari e gode di un’insolazione ottimale con temperature elevate. I rilievi sono in forte pendenza e si addicono in maniera particolare al Gewürztraminer, pure se sono alloggiati anche il Pinot Gris, il Muscat ed il Riesling. Su questi terreni calcarei e marnosi il Gewürz dà vini esplosivi, potenti e concentrati.

Kaefferkopf é situato a Ammerschwihr. Fu classificato ufficialmente Grand Cru solo nel 2007, anche se i 71.65 ettari di vigna corrispondono alla superficie originale già delimitata nel 1932. Si sviluppa su una collina con pendenze (10-35%) che guardano verso est ad un’altezza compresa tra i 240 e i 350 metri. Le diverse complessità geologiche fanno le fortune del Reisling, del Pinot Gris e del Gewürztraminer. Si producono anche vini d’assemblaggio che sono una particolarità di questo Grand Cru. Il Pinot Gris dei Bernhard proviene da parcelle coltivate nella parte bassa della collina su suoli calcarei con terre brune sature di calcio e magnesio, un carattere che apporta potenza e struttura. Per contro il Gewürztraminer è lavorato nella parte centrale e in quella alta della collina, il carattere dei suoli dà freschezza, eleganza e durata nel tempo.

Florimont sovrasta la cittadina di Ingersheim ad un’altezza tra i 250 e i 280 metri. La “collina dei fiori” è orientata verso est e beneficia di suoli argillosi ricchi di ciottoli che ricoprono un sotto-strato calcareo. Grazie alla protezione delle cime dei Vosgi il livello di precipitazioni annuali è tra i più bassi. Sui 21 ettari totali il Gewürztraminer è la varietà che gode dei maggiori benefici, dando ai vini finezza e una bella freschezza, liberando note floreali. Le parcelle dell’azienda sono state rimpiazzate nel 2007, per al momento la sua produzione è confidenziale.

La collina dello Schlossberg fu il primo Grand Cru ad essere classificato nel 1975, ma era già rinomato nel XV secolo. È ospitato a Kaysersberg ed è coltivato in terrazze ad un’altitudine variante tra i 280 e i 400 metri su una roccia granitica ricoperta da terre con una complessa varietà minerale che favorisce l’espressione più nobile dei grandi Riesling secchi. Anche se sono lavorate tutte le varietà nobili è il Risling che occupa la parte preponderante  dei suoi 80 ettari. Quelli di Jean-Marc e Frédéric Bernhard sono ottenuti da vecchi ceppi situati nella parte media della collina ed evidenziano la purezza del frutto e un tocco di freschezza minerale. Questa territorio è reso famoso dalla presenza del domaine Weinbach che elabora Riesling di grande classe.

La vallata di Kaysersberg, protetta dai venti, accoglie la collina di Furstentum. Si tratta di un territorio essenzialmente calcareo, con terre poco profonde e sassose dove la roccia affiora. Le pendenze sono forti, ben soleggiate ed esposte verso sud, sud-est. Furstentum conta 30.50 ettari dove alloggiano il Riesling e il Gewurztraminer. Queste condizioni apportano finezza e un’intensità aromatica rimarchevole.

La degustazione

Alsace Pinot Blanc 2009

Un vino accessibile, l’ideale approccio ai vini dell’azienda. Al naso è abbastanza semplice, floreale e fruttato. La bocca è secca, fresca e di discreta struttura, merita comunque qualche anno d’attesa.

Riesling “Vieilles Vignes” 2009

Si tratta di parcelle situate nella pianura, vigne che vantano più di 40 anni d’età. Un vino dagli aromi delicati: floreali e agrumi al momento. Secco, con una buona densità e una viva freschezza; il finale è sapido e di buona lunghezza.

Riesling “Schlossberg” Grand Cru 2009

L’approccio è difficoltoso, il vino si dimostra reticente nell’espressione aromatica. Con l’ossigeno dimostra tutta la sua giovinezza, soffermandosi si note d’agrumi e floreali. L’attacco è secco, vivo e di buona densità, ha una lunga tensione minerale. Si ritrovano tutte le caratteristiche necessarie per poter affermare il proprio valore tra alcuni anni. Prezzo di vendita 12 €, straordinario rapporto qualità/prezzo, prese 12 bottiglie !

Riesling “Schlossberg” Grand Cru 2007

Apre con note d’idrocarburi, un frutto maturo e sfumature speziate, d’agrumi e foglie secche. La sua forma è affusolata e segnato da una fine tensione. Il suo finale è persistente, minerale e risalta ritorni citronné. Ottimo.

Riesling VT 2007

È ottenuto da una parcella detta Steinbruchrebe situata nei pressi di Katzenthal con un suolo argillo-calcareo. Al naso si offre con discrezione: confetture d’agrumi, miele, fiori secchi, … L’attacco gustativo è vivo e vellutato con una fine dolcezza. Termina con freschezza giocando su un rincorrersi di note agro-dolci. Potrebbe suggerire intriganti e deliziosi accostamenti.

Muscat 2010

Vigne di oltre 30 anni situate nella parte bassa del Hinterburg danno origine a questo vino. Il colore è pressoché trasparente. Al naso è fresco ed aromatico, decisamente esotico. Al gusto ci confonde, essendo asciutto, leggero e con una fine acidità; meno aromatico e fruttato di quanto ci si aspettasse. In genere da consumare in gioventù accostandolo ai classici asparagi bianchi alsaziani.

Muscat VT 2007

Dalle stesse, vigne protraendo le raccolte, si ottiene questa Vendemmia Tardiva che suggella la finezza e la delicatezza di questo vitigno. Un vino con una buona spalla, una fine dolcezza e una bella vivicità. Termina equilibrato e con piacevoli complessità.

Pinot Gris “Cuvée Particulière” 2009

È prodotto con uve raccolte in vigne di oltre 30 anni situate nei pressi di Katzenthal. Al naso evidenzia un frutto a polpa bianca e note fumé. In bocca è ricco e grasso, con una buona freschezza a dare equilibrio. Il finale è minerale ed evidenzia una leggera presenza zuccherina.

Pinot Gris “Terrasses Hinterbourg” 2008

Ancora i terrazzamenti di Hinterbourg all’origine di questo vino. Ricco, grasso, avvolgente, ma in grado  di trovare slancio e profondità. Persistente e complesso con un finale decisamente minerale. Molto buono.

Pinot Gris “Kaefferkopf” Grand Cru 2009

Si rileva con personalità e complessità d’aromi: frutta matura e secca, note di miele, fumé e di pietra focaia. L’attacco evidenzia una ricchezza zuccherina (20 g/l.) che conferisce morbidezza e aromaticità; la parte centrale della bocca è vivacizzata da una bella acidità che ci porta ad uno stupendo finale minerale. Una gran bella espressione di questo territorio che si rileverà pienamente solo dopo 5-6 anni dalla vendemmia. Per 12 € impossibile non acquistare 12 bottiglie.

Pinot Gris “Furstentum” Grand Cru 2009

L’impatto aromatico è elegante  con note di sottobosco, frutta bianca, fumé e minerale. La bocca è rotonda e cremosa (25 g/l. residui), con una bella energia a dare equilibrio e lunghezza ad un finale decisamente salino. Da lasciare qualche anno in cantina.

Vogelgarten 2009

Da una terra di monovitigni ecco una chicca, un assemblaggio, 50/50, tra pinot gris e gewürztraminer. Questi rendono il vino intrigante e particolare, con un carattere classico aelle due varietà. Evidentemente il carattere aromatico del gewürz ha il sopravvento sul pinot gris: esotico e floreale al naso. Mentre la struttura e la grassezza del pinot è ben evidenziata al gusto.

Gewürztraminer “Vieilles Vignes” 2009

Un classico gewürz, esuberante, molto fruttato, esotico e floreale. La bocca è voluminosa, secca e speziata.

Gewürztraminer “Kaefferkopf” Grand Cru 2009

Di un’altro spessore e complessità. Al carattere varietale si aggiunge l’influenza del territorio che dà equilibrio, energia e profondità ad un finale lunghissimo, fresco ed elegante. Splendido.

Gewürztraminer “Maubourg” 2009

Magnifico nella fase olfattiva dove è affermata la personalità del territorio, tanto da avvolgere le classiche note varietali con complesse sfumature speziate e fumé. L’attacco, grazie ai 45 g/l. di zuccheri residui, è morbido e avvolgente, trova equilibrio e tensione grazie a una bella acidità; gioca su piacevoli contrapposizioni tra dolce ed amaro che donano al finale belle complessità. In aggiunta, note sapide e di liquirizia.

Pinot Gris 2008

Al naso si esprime su frutti confit, mela cotogna, albicocca, miele, note grigliate e minarali. In bocca è intenso, dolce e grasso, ben sostenuto da una cristallina acidità apportata dal territorio granitico. Ottimo

Riesling SGN 2007

Un vino superbo, di gran classe, complessità ed energia. La bocca è ricca e dolce ma l’importante acidità del riesling dona tonicità e una grande persistenza. Si avverte la maturità del frutto, note di mandorla, nocciola, fichi secchi, … e una importante scia di freschezza.

Pinot Gris SGN 2005

80 g/l. di zuccheri residui che danno dolcezza e opulenza senza però essere eccessivo. L’aromaticità ha un’intesa espressione: frutti confit, miele, fiori secchi, sfumature tostate, … Ha classe ed un bel equilibrio dato da un’acidità ben presente. Il finale è lungo con ritorni di mandorla …

Gewürztraminer SGN 2005

La percezione della dolcezza è più evidente rispetto al vino precedente, un vino esotico e ricco ma allo stesso tempo equilibrato, con un’acidità che gli evita pesantezza. Lunga la scia finale aromatica.

Un’impegnativa degustazione che ci ha fatto conoscere ed apprezzare i vini di questo piccola azienda, quindi un grande ringraziamento alla famiglia Bernhard di avere sopportato tutta la nostra curiosità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...