Latest News

Château Cos d’Estournel 1996 a Saint Estèphe

Le 360’000 bottiglie di Cos d’Estournel sono una delle meraviglie di Saint Estèphe, denominato 2ème Grand Cru Classé nella storica classificazione del 1855. Come gran parte degli châteaux bordolesi, anche Cos d’Estournel nasce alla fine del 18°secolo quando Louis Joseph Gaspard Lacoste de Maniban Marquis d’Estournel, grande appassionato di vini e grande viaggiatore, fece costruire il castello per ospitarne le cantine. Dal 2000, dopo essere stato di proprietà per 80 anni della famiglia Prats, è una proprietà dell’industriale Michel Reybier. All’inizio del nuovo millennio gli stabili furono ristrutturati, con un progetto ambizioso realizzato grazie alla consulenza di un famoso architetto, Jean-Michel Wilmotte.

Saint Estèphe è una delle denominazioni di punta dell’Haut Médoc, comprende tenute riconosciute dagli appassionati di tutto il mondo, oltre a Cos d’Estournel annovera Montrose, Calon Ségur, Haut-Marbuzet, Lafon-Rochet, Phèlan Ségur, … un territorio che si sviluppa sulla sponda sinistra della Gironda.

Con “Cos”, in guascone, s’intende una collina di ciottoli, Cos d’Estournel in effetti si trova in una zona ricca di sassi miscelati ad argille calcaree, poco distante da Lafite Rothschild. Le vigne si distendono su 90 ettari, un territorio che si addice in modo particolare al cabernet sauvignon (60% della superficie) e al merlot (40%). I ceppi hanno un’età media di circa 35 anni e furono piantati con alte densità che variano dagli 8’000 ai 10’000 piedi per ettaro. Solo i vini provenienti da vigne superiori ai 20 anni entrano nell’assemblaggio del premier vin, mentre le vigne più giovani danno origine alle Pagodes de Cos, il secondo vino. Il vigneto è gestito in modo particolare, è suddiviso in parcelle da 45’000 ceppi e affidati a vignaioli di fiducia che si assumono la responsabilità della loro cura.

È uno dei vini più prestigiosi del Médoc, una bottiglia può aggirarsi tra i 150 e i 300 € a seconda delle annate, quindi una bottiglia per poche tasche. Uno di quelli che le notissime riviste americane del settore dedicano i voti più alti, ma francamente questo non ci interessa poco, il vino ci soddisfa di suo e per la sua personalità.

DEGUSTAZIONE : COS D’ESTOURNEL 1996

Il colore tende verso un granato di perfetta integrità, la ricca materia colorante introduce la sua carnosità. Al primo naso la sua qualità non è esaltante, associa sfumature di cuoio ad un affinamento in legno ancora da amalgamare, ma che maturità di frutto. Con il passare del tempo emergono sfumature di bacche di bosco e frutta nera accompagnate da evidenti note pepate e di torrefazione. Un sorso … ! che succo, ha morbidezza e buona grassezza, la texture dà tannini vigorosi e di fine estrazione. Si allunga verso un ottimo finale minerale, dove spicca una sensazione calorica non ben coperta dall’acidità. Sempre su alti livelli anche se ci si aspettava qualche cosa di più memorabile. Chissà se con il tempo, … una volta amalgamate tutte le ricche sensazioni saprà dare ancora migliori risultati ?

Informazioni su Stefano & Giorgio (357 Articles)
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: