Latest News

Qualche escursione tra gli alpeggi ticinesi: l’alpe della Piòta 2 #

Dopo la visita all’alpe di Piora tocca a quello della Piòta gestito dal patriziato di Gribbio, una frazione situata tra i comuni leventinesi di Chironico e Dalpe. L’escursione, scelta in concomitanza con una sagra popolare, parte appunto da Gribbio seguendo il percorso di una strada sterrata per circa un’oretta. Raggiunto l’alpe ai 1680 metri, i volontari, in attesa degli altri ospiti, stanno preparando l’aperitivo affettando salumi e formaggio, poi stappano qualche bottiglia di bianco e rosso (niente di particolare visto l’occasione e il luogo). La tradizione vuole che a pranzo vengono serviti “pom e pasta”, in poche parole pasta e patate, condite da un soffritto di burro e cipolle a cui sono aggiunti cubetti di formaggio prodotto all’alpe.

Le montagne che circondano l’alpe della Piòta

L’alpe in festa sotto uno splendido sole

La cucina impegnata con “pom e pasta”

L’alpe e il caseificio sono semplici e le strutture limitate al minimo. Qui le mucche sostano nel mese di giugno, con il latte raccolto viene prodotto un formaggio grasso a pasta semi dura denominato Piòta, nome riportato sullo scalzo. La produzione si aggira attorno a una decina di forme giornaliere con un peso sui 5 kg. Più tardi le mucche sono condotte al pascolo di Croslina (1982 metri) dove restano fino alla fine di agosto, con il latte raccolto là in alto è prodotto l’omonimo formaggio che poi è trasportato nella cantina della Piòta per i 60 giorni di stagionatura richiesti.

La cantina del caseificio dove sia il Piòta sia il Croslina stagionano

Informazioni su Stefano & Giorgio ()
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: