Tra Baudana e Cerretta, con Giuseppe Vaira

Vi è mai capitato di visitare un importante produttore di vino, prendere appunti sull’incontro, note di degustazione e, quando giunti a casa, scopri che tutto è svanito sul tuo Ipad (sicuramente non per colpa sua) ?

Potrebbe rivelarsi un dramma, ma in questo caso, poco male. Perché ? Perché raccontarvi un incontro con i componenti della famiglia Vaira limitandosi a delle note di degustazione è estremamente banale. I Vaira (mamma Milena, papà Aldo, Francesca, Giuseppe e Isidoro) non si accontentano di parlarvi dei loro vini, ma sono persone che privilegiano il rapporto umano e l’amicizia, nei nostri confronti in modo particolare. Quando arriviamo a Vergne (Barolo) è sempre il periodo meno opportuno, le vendemmie sono in corso, le fermentazioni stanno per partire, … ma loro ti ricevono sempre con un sorriso sulle labbra e tanta disponibilità. Colpisce il grande rispetto reciproco, l’orgoglio dei genitori verso i figli e la riconoscenza dei figli verso i genitori per quanto costruito per loro. Oggi la nuova generazione dei Vaira sta arrivando nel mondo del vino, per affiancare i genitori e sviluppare nuove idee. Giuseppe ha appena terminato gli studi universitari in enologia, Isidoro, l’unico che non conosciamo personalmente, ne sta seguendo le tracce e lo raggiungerà presto; mentre Francesca si occupa in prevalenza della parte amministrativa.

È proprio per discutere con Giuseppe che siamo venuti qui, non per parlare dei vini di GD Vajra ma per conoscere meglio il progetto a lui affidato, e cioè il rilancio dell’azienda Baudana di Serralunga d’Alba. Una realtà famigliare che può vantare un’omonimia come pochi, Baudana il cognome, Baudana la frazione d’appartenenza, Baudana il nome di una delle due vigne a nebbiolo di Barolo. Giuseppe ha saputo immergersi con entusiasmo, impegno e intelligenza in questa nuova avventura, senza cancellare quanto costruito fino ad allora da Luigi e Fiorina Baudana, ma apportando solo qualche correttivo necessario. Infatti Luigi Baudana è ancora presente al suo fianco, soprattutto per la sua grande conoscenza delle terre di Serralunga.

In cantina poche cose sono cambiate, le vinificazioni dei rossi avvengono ancora negli storici e semplici locali della frazione Baudana, solo l’invecchiamento dei vini sta subendo cambiamenti, via le barriques a favore contenitori di grandi capacità. Mentre il bianco è prodotto nella cantina di Vergne, attrezzata in maniera ottimale per la produzione di questa tipologia.

Anche sul piano commerciale pochi cambiamenti, si è preferito dare continuità a rapporti oramai consolidati negl’anni, mantenendo gli stessi canali di distribuzione. La produzione è stringata, un Langhe Bianco e due cru di Barolo: Baudana, appunto, e Cerretta. Le due vigne si estendono sui versanti opposti della collina di Serralunga, Baudana si affaccia su Castiglione Falletto (ovest) mentre Ceretta guarda verso Diano e Sinio. Il Langhe Bianco è formato da un mix di chardonnay (in gran parte), sauvignon blanc e riesling. Nelle annate assaggiate dà vini di carattere diverso, più aromatico ed esotico il 2010, più fresco sottile e minerale il 2009. Le vigne di Baudana offrono un vino più solare ed elegante, mostra struttura ed un carattere ben distinto annata dopo annata (2007-2006-2005). Per contro Cerretta è rigoroso e austero, affascina per l’incisività, la qualità della tessitura tannica e la mineralità. Una decisa personalità che smussa le influenze delle varie annate, in questo momento si esprime alla grande l’annata 2005.

In occasione della nostra visita, Giuseppe ha voluto riservarci una sorpresa accompagnandoci tra le vigne delle Langhe. Una scampagnata che ci ha portato a lambire il territorio di Novello, poi su verso Monforte d’Alba e una deviazione nell’Alta Langa, dove i Vaira produrranno prossimamente spumante metodo classico. Poi giù verso Serralunga d’Alba dove ci attende Luigi Baudana. Baudana è una persona modesta, ci mostra la vecchia cantina situata sotto casa, una semplice presentazione, una rapida degustazione del Baudana e del Ceretta 2008 e poi via, di nuovo in direzione di Vergne dove la nostra visita termina.

Un grande ringraziamento a Giuseppe e a tutta la sua famiglia per l’amicizia riservataci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...