Latest News

Morey-St. Denis: Domaine Lucille & Auguste Ligner

Lo stop da Kellen Lignier è stata la nostra prima visita del “Tour Borgogna 2011”, un incontro che ha svelato tutta l’umanità della persona, un carattere forte che l’ha sostenuta nell’affrontare le avversità della vita. La malattia e la prematura scomparsa del marito Romain Lignier, la diffidenza, il dover allevare tutta sola due bambini in tenera età, …. Situazioni che l’hanno costretta a reagire spingendola a intraprendere un’attività in proprio. Originaria di Albuquerque, nello stato del New Mexico, Kellen giunse in Borgogna dopo aver conosciuto Romain Lignier stabilendosi a Morey-St Denis e collaborando dapprima nell’azienda del suocero Hubert Ligner.

Alla morte del marito gli obiettivi si fecero diversi, attenta all’aspetto ecologico e alla difesa del territorio, decide di intraprendere un percorso tutto suo. Dapprima segue la formazione vitivinicola presso la rinomata scuola di Beaune e in seguito fonda una piccola attività famigliare che titola in nome dei figli Lucille & Auguste. Anno dopo anno la superficie aumenta prendendo in affitto vigne a Morey-St. Denis e nei comuni vicini, per riuscire nel 2006 a vinificare in proprio la prima raccolta. È una persona solare e umile, cosciente di avere molto da imparare ma pure da dare, la sua simpatia è accentuata dallo slang americano con cui pronuncia la lingua francese.

L’entrata delle cantine a Morey-St. Denis

Le cantine si trovano all’interno del cortile di Le Castel Des Tres Girard a Morey-St. Denis anche se la sede amministrativa è a Nuits-St. Georges. È di medie dimensioni, copre circa 8.5 ettari per una produzione annua di 15/20’000 bottiglie. Si sviluppa su alcuni bei terroirs come: Les Bussières a Cambolle-Musigny, Les Seuvrées a Gevrey-Chambertin, Clos les Sionnières e les Chaffots a Morey-St. Denis, oltre ad un ettaro nel famoso Clos de a Roche. Le operazioni sono semplici, grande attenzione è riservata alla cura delle piante e dei suoli, non utilizza ne diserbanti ne prodotti chimici. La gran parte delle uve sono scelte, diraspate e vinificate in modo tradizionale, per la maturazione dei vini sarà sempre minore l’incidenza del legno nuovo, non solo per una questione di stile ma in particolare per una forma di rispetto verso le foreste.

LA DEGUSTAZIONE

Ogni singolo assaggio 2010 corrisponde all’assemblaggio di campioni prelevati da un paio di botti.

BOURGOGNE PINOT NOIR: questo vino è originato da 0.80 ettari di vigne situate nella piana di Chambolle-Musigny e Flagey-Echezeaux. Un 2010 che evidenzia, con note di gelatina di lamponi, la sua freschezza. Sorprendente la tenuta in bocca e la piacevolezza dei tannini, sul finale si nota la mineralità. Una piacevole semplicità.

CHAMBOLLE-MUSIGNY «LES BUSSIÈRES»: Les Boussières di Kellen Ligner si sviluppano su una superficie di 0.49 ettari con vigne di una quarantina d’anni. Un 2010 che ci piace particolarmente, è intenso e nitido nel frutto, dà un attacco deciso e diretto, evolvendo snello e con una particolare eleganza dei tannini. Il finale è di buona lunghezza, fresco e minerale. Un vino nel pieno rispetto del territorio.

GEVREY-CHAMBERTIN «LES SEUVRÉES»: sull’ettaro di questo lieu-dit situato a sud-est del comune l’azienda punta parecchio. Il 2010 sul piano aromatico soffre la mancanza di travasi esprimendosi in forma ridotta. In bocca l’equilibrio tra una bella materia e l’acidità, lascia trasparire un buon potenziale evolutivo, confermato da un’abbondante e fine struttura tannica e da una bella persistenza; chiude speziato. Il 2008 conferma il carattere speziato, ha una buona concentrazione, una viva tensione e una piacevole salinità. Buono per l’annata in questione.

MOREY-ST. DENIS «VIEILLES VIGNES»: nasce da piccole parcelle con vigne di età variante tra i 45 e i 100 anni, sulle quali si attuano bassissimi rendimenti, non più di 25 hl. per ettaro come nei Grands Crus. Il 2010 ha una struttura che stupisce per una denominazione “village”. Ha bella densità di frutto, una bocca piena d’energia e una forma slanciata che va lontano, il tutto accompagnato da una fine grana tannica. Ci piace molto. Per contro il 2008 al naso è più timido e minerale. Al gusto è ampio e potente con una grana un po’ più ruvida. Chiude con una piacevole finezza aromatica lasciando una forte salivazione.

Il sorriso e la simpatia di Kellen Lignier

MOREY-ST. DENIS «CLOS LES SIONNIÈRES»: questo territorio di circa un ettaro con vigne di una trentina d’anni è una proprietà di Lucille & Auguste. L’annata 2010 riassume la tipicità del territorio di Morey con un vino strutturato e deciso, mette in evidenza la freschezza del frutto e note speziate, pepe in particolare. Il 2008 ci entusiasma meno, è spostato sulle durezze mancando di corpo, ma pensiamo che le condizioni di degustazione in queste fredde cantine non siano ottimali.

MOREY-ST. DENIS 1ER CRU «LES CHAFFOTS»: queste vigne di 45 anni d’età coprono una superficie di 0.60 ettari. Brutto momento degustarlo oggi, il 2010 è ridotto e disequilibrato ma potente e minerale. Il 2008 ne conferma la struttura e l’intensità anche se l’acidità prende il sopravento. La qualità dei tannini, un po’ granulosi, conferma le difficoltà del millesimo. Il finale racchiude ritorni di ciliegia, spezie e sapidi.

MOREY-ST.DENIS 1ER CRU «ROMAIN LIGNIER»: è la cuvée che la famiglia Ligner dedica alla scomparsa di Romain, una selezione di vigne alcune delle quali quasi centenarie. L’annata 2010 offre un vino avvolgente, con una bella concentrazione, tannini patinati e una bella lunghezza. Il finale è tutto sulla freschezza e preciso, sono evidenziate la dolcezza dei frutti e la rimarchevole mineralità.

CLOS DE LA ROCHE: è con Clos des Lambray, Clos de Tart, Clos St. Denis e una parte di Bonnes Mares, uno dei cinque Grands Crus di Morey-St. Denis. Prende il proprio nome dalla natura del suolo, un terreno molto duro da coltivare, causa la presenza di roccia calcarea e ricoperto da uno strato sassoso. Questo permette alla vite di infiltrarsi in profondità per trovare il proprio nutrimento. La versione del domaine nasce da tre diverse parcelle, vecchie vigne per la gran parte situate nella frazione di “Les Mont Luisants”. Il 2010, una volta smaltita la leggera riduzione, mostra i muscoli e tutto il proprio valore. Voluminoso, energico, vellutato, profondo e saporito, tutto quanto si richiede a un Grand Cru d’eccellenza. La vendemmia 2008 ci dà un bellissimo risultato per l’annata in questione. L’impianto aromatico sfuma su note di freschezza, liquirizia, gesso, un tocco di vegetale e spezie. L’attacco è equilibrato e avvolgente, evolve su tannini fini e un’acidità sostenuta dalla materia. Chiude con una bella lunghezza su ritorni di frutta rossa e pepe.

Conclusione: I vini di Kellen Ligner mostrano una bella precisione aromatica, evidenziano la freschezza del frutto e un affinamento in legno molto delicato. L’annata 2010 ci stupisce per piacevolezza e bevibilità, l’equilibrata maturazione del frutto e dei tannini, un’annata che stupirà dopo l’eccellente 2009.

Un grazie a Kellen per la sua disponibilità.

Informazioni su Stefano & Giorgio (357 Articles)
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: