Latest News

Ticino: Azienda San Matteo a Cagiallo

Per incontrare Nicoletta e Fernando Cattaneo si sale a Cagiallo. Le colline della Val Capriasca sono luoghi tranquilli e rilassanti, per questo motivo negli anni ’80 lo hanno scelto per viverci e sviluppare la passione comune per il vino. Lui, conosciuto architetto attivo nel Bellinzonese, lei, cultrice dei piaceri della buona tavola e del buon vino, danno il via al progetto San Matteo con l’acquisto del primo vigneto nel 1973. Dal 1976 le prime vinificazioni, all’inizio sono artigianali solo qualche bottiglia per soddisfare l’uso proprio. Negli anni successivi dopo corsi di approfondimento a Bordeaux e con una maggiore esperienza le cose migliorano e di conseguenza pure la qualità dei vini. Tra i primi in assoluto ad utilizzare la barrique in Ticino, hanno sempre avuto come punto di riferimento i vini bordolesi e i loro vitigni, uno stile ben identificabile nella Riserva del Ronco il vino che li ha accompagnati durante tutto il loro percorso.

  

Anche se l’azienda rimane di dimensioni famigliari e la produzione è limitata, non si sono lesinati gli sforzi sia di tempo che economici e così dall’annata 2003 si sono trasferiti nella nuova cantina. Architettonicamente ben concepita, s’integra dolcemente con il paesaggio circostante. Attrezzata con le più moderne tecnologie è stata costruita con l’utilizzo di pochi materiali, il beton e l’acciaio per la parte riservata alle vinificazione, il legno e la pietra per i locali riservati alle botti di rovere.

  

Con oltre una trentina d’anni di lavoro alle spalle il loro percorso evolutivo ha raggiunto ottimi livelli qualitativi, un trascorso che ha seguito concetti precisi e affermati: passione, conoscenza, sentimento, ragione, cuore, cervello e tradizione. Con l’arrivo in azienda nel 2011 dell’enologo Miguel Salgado, proveniente dalla Tenuta Bally & Von Teufenstein, San Matteo ha fatto un ulteriore passo in avanti. A Miguel Salgado la famiglia Cattaneo ha dato immediatamente confidenza permettendogli di ampliare la loro produzione con l’aggiunta di altri tre vini nati dall’acquisizione di nuove uve. Un lavoro che ha permesso di unire tradizione ed innovazione. I nomi dei vini ricordano l’origine iberica di Miguel: Blanco, Joven e Roble. Oggi la superficie vitata non supera il mezzo ettaro, divisa tra le vigne di Ronco di San Matteo, Ronco della Piana e Colle di Lupi per una produzione che si aggira attorno alle 10’000 bottiglie annue; le uve coltivate sono merlot, carminoir, gamaret, chardonnay e chardonay-musquè.

   

I VINI DI SAN MATTEO

Dobbiamo confessarvi che fino ad oggi le nostre conoscenze sui loro vini erano limitate all’assaggio della Riserva del Ronco 2009 che si era ben espresso nelle degustazioni di Meursault. L’incontro ci ha soddisfatto pienamente e ha evidenziato il buon livello di tutti i vini con punte di alto standard per le cuvées principali: equilibrio nella concentrazione, nitidezza nell’espressione del frutto, fine aromaticità, maturazione in legno delicata e ben assorbita, …. Un bel bere !

   

BLANCO 2011 è un merlot vinificato in bianco come solo in Ticino si usa fare. Sono in genere vini comuni, senza particolari aspettative perchè le migliori uve sono usate per ben altro tipo di vino. Questa versione ci colpisce, niente di particolare ben inteso, ma un vino ben vinificato, equilibrato con una discreta struttura e presenza gustativa. Piacevole è la definizione aromatica con fini note fruttate e floreali. Molto piacevole per sua tipologia.

BIANCO DELLA PIANA è un assemblaggio tra chardonnay e chardonnay-musquè provenienti dal Ronco della Piana e dal Colle di Lupi. Dopo aver degustato 2010 e 2009 ci siamo convinti che il vino merita un paio d’anni per trovare il corretto equilibrio. Ha un carattere esotico ed agrumato, l’acidità dà una sensazione intensa soprattutto nell’annata più recente.

JOVEN 2011 non è ancora stato imbottigliato, il campione degustato ci fa conoscere un vino nato per esprimersi al meglio, come intende il nome, in gioventù. Una semplicità che evidenzia la freschezza del frutto e una immediata e delicata piacevolezza. Un vino da godere nei primi 2-3 anni di vita.

ROSSO DEL CANONICO ha una lunga storia dietro, è una dedica al “Canonico” Pietro Vigezzi. Un eclesiastico vissuto nel 19° secolo molto vicino alle sorti del vino ticinese tanto da pubblicare ,nel 1886, “Viticoltura ed enologia” una monografia che ci dà un quadro del mondo viticolo dell’epoca. Nasce da uve merlot provenienti dalla vigna Ronco di San Matteo, in aggiunta una piccola percentuale di gamaret. Il 2010 ci piace per quel carattere sincero, senza troppe complicazioni e pretese offre un buon succo, una bella presenza gustativa e grande bevibilità.

ROSSO DELLA PIANA è prodotto dal 1987, un vino in contro tendenza per le abitudini ticinesi è infatti prodotto con uve carminoir, un vitigno nato dall’incrocio tra il pinot noir e il cabernet sauvignon; in aggiunta una piccola percentuale di merlot. Il 2008 è un vino strutturato con una bella vena acida, tannini compatti e decisi, i ritorni di frutta matura, liquirizia e speziati.

RISERVA DEL RONCO è il vino su cui Nicoletta e Fernando Cattaneo hanno fatto affidamento fin dall’inizio, quello che ha seguito con il passare degli anni la loro evoluzione e ha subito tutta la loro passione. Di stile chiaramente bordolese, proviene dall’omonimo vigneto dove alloggiano ceppi di merlot di circa 35 anni. Il 2007 e il 2009 evidenziano una fine aromaticità, un’equilibrata marurità del frutto, un’ottima struttura e una levigata texture tannica. Il 2009 dagli assaggi di novembre sta evolvendo al meglio, assorbendo lentamente la dolcezza e il carattere dato dell’affinamento in rovere. È lineare, sottile ed elegante. Con grande serietà non viene commercializzato prima di 3 anni di affinamento in cantina.

Un grande ringraziamento a Nicoletta, Fernando e Miguel per averci fatto conoscere i loro vini.

Azienda Vitivinicola San Matteo
6955 Cagiallo
nr. tel: +41 (0)91 943 23 78
web: www.sanmatteo.ch
 
Informazioni su Stefano & Giorgio (357 Articles)
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

1 Commento su Ticino: Azienda San Matteo a Cagiallo

  1. Complimenti davvero per il buon vino,sarei interessato come titolare di un’osteria ad essere contattato da voi per qualche info! Grazie,Daniele

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: