Latest News

Alsazia: Domaine Weinbach

Kaysersberg 8 dicembre, in Alsazia si respira aria natalizia, le strade dei villaggi attorno Colmar sono illuminati a festa e le vigne imbiancate da un leggero velo di neve. Questa è la sensazione che si percepisce al nostro arrivo a Clos des Capucins, la tenuta della famiglia Faller dove sono prodotti i vini di Weinbach. Le mura che circondano la tenuta, l’antico stabilimento sede della cantina e casa personale di Collette Faller fanno intendere una lunga storia e un carattere borghese-aristocratico.

La tenuta Clos des Capucins ricoperta di neve

La storia della famiglia Faller, nella viticoltura, risale al lontano 1898 quando viene acquistata questa tenuta edificata dai monaci cappuccini nel 1612 e considerata bene nazionale dopo la Rivoluzione Francese. La figura di maggior spicco fu Théo Faller, dettò le linee aziendali spingendo verso una maggiore qualità e valorizzazione del territorio alsaziano. Alla sua morte, nel 1979, toccò alla moglie Colette e alle figlie Catherine e Laurence gestirne le sorti. Madame Colette è sempre presente con grande energia alla ricezione, Catherine si occupa dell’aspetto commerciale mentre a Laurence spettano i compiti relativi la vigna e le vinificazioni. Nel corso degl’anni la superficie a vigna si estese nelle terre di Altenbourg, Mambourg, Schlossberg e Forstentum, fino raggiungere gli attuali 30 ettari.

Per potere rappresentare al meglio la personalità di ogni singola vigna è stato scelto di lavorare secondo i metodi della coltura biodynamica. Questo permette di riflettere nel vino la complessa varietà minerale dei suoli, caratteristiche espresse con una larga scelta di vini. Le vinificazioni in cantina subiscono il minimo d’interventi, le fermentazioni sono lunghe e attivate esclusivamente da lieviti indigeni e avvengono in grandi tini di rovere che raggiungono anche i 100 anni di età.

Clos des Capucins vista dalla sala di degustazione

I terroir del Domaine Weinbach

CLOS DES CAPUCINS

Clos des Capucins è il clos storico, il cuore dell’azienda. Un appezzamento esclusivo di Weinbach situato nella pianura attorno la cantina, costruisce una larga fetta della produzione. Già citato nel 890 fu di proprietà dell’abbazia di Etival e dato in consegna ai monaci Capuccini. Tuttora circondato e protetto da muri perimetrali si estende su 5 ettari ai piedi dello Schlossberg e delle colline circostanti che lo proteggono dalle correnti.  I suoi suoli sono sabbiosi su ghiaie e ciottoli. Questa terra beneficia di un riscaldamento del suolo veloce grazie ai sassi in superficie. Dà dei vini graziosamente fruttati, di maturità leggermente più precoce che in altre terre. Le vigne qui impiantate producono Sylvaner, Pinot blanc, Muscat, Pinot gris, Gewürztraminer, Riesling, Pinot noir), danno origine in particolare a Riesling Réserve e Riesling Cuvée Théo; Pinot Gris Réserve Particulière e Pinot Gris Cuvée Sainte Catherine; Gewurztraminer Réserve e Gewurztraminer Cuvée Théo.

Clos des Capucins a Kaysersberg

ALTENBOURG

Il lieux-dit di Altenbourg confina nella parte bassa del Grand Cru Furstentum, una zona su dolci pendenze. L’altezza è compresa tra i 225 e 250 metri, i suoli sono calcarei e gessosi comparabili a Furstentum ma con una proporzione sabbiosa superiore e una maturazione leggermente più precoce. Le condizioni geologiche di questa collina di Kientzheim sono molto favorevoli al Pinot gris e al Gewürztraminer. Su queste terre nascono Gewürztraminer e Pinot Gris Cuvée Laurence.

SCHLOSSBERG GRAND CRU

La collina dello Schlossberg sovrasta i villaggi di Kaysersberg e Kientzheim. Causa le ripide pendenze richiede una lavorazione a terrazze, è posto tra i 200 e i 300 metri su terreni d’incredibile diversità minerale (potassio, magnesio, fluoro, fosforo, …) fattore che ne determina la finezza ed il carattere aromatico. La superficie totale è di circa 80 ettari, la parte predominante è occupata dal Riesling ma sono pure presenti Pinot gris, Gewurztraminer e Muscat. Da questa collina il Domaine Weinbach elabora due versioni: Riesling Schlossberg proviene dalla parte alta della denominazione, mentre Riesling Schlossberg Cuvée Sainte Catherine prende origine dai vecchi ceppi situati nella parte centrale.

Kaysersberg, la collina dello Schlossberg sovrasta Clos des Capucins

FURSTENTUM GRAND CRU

La vallata di Kaysersberg, protetta dai venti, accoglie la collina di Furstentum. Si tratta di un territorio essenzialmente argillo-calcareo, con terre poco profonde e sassose dove la roccia affiora. Le pendenze sono forti, ben soleggiate ed esposte verso sud, sud-est. Furstentum conta 30.50 ettari dove alloggiano il Riesling e il Gewurztraminer. Queste condizioni apportano finezza e un’intensità aromatica rimarchevole. Qui Weinbach produce Gewürztraminer concentrati, ricchi e profondi sul piano aromatico ma anche eleganti Vendemmie Tardive e Sélections de Grains Nobles.

MAMBOURG GRAND CRU

L’ampia collina di Manbourg si estende su quasi 62 ettari, esposta in pieno sud e domina Sigolsheim. Presenta un un suolo calcareo addizionato a marne. Già dal 783 è un territorio che ha privilegiato la qualità, si addice in particolare al Gewürztraminer, anche se Riesling e Pinot Gris danno ottimi risultati.

La degustazione

RIESLING CUVÉE THÉO 2008 : è originato dal Riesling raccolto nel Clos de Capucins, un vino vivo e teso con un’incontrastata acidità  a farla da padrone. Ha un buon corpo, intensità aromatica e un finale secco caratterizzato da note agrumate e di mela verde.

RIESLING CUVÉE SAINTE CATHERINE 2009 : le uve sono raccolte tardivamente ai piedi della collina dello Schlossberg, una zona dove non viene asseganta la denominazione Grand Cru. Introduce alla perfezione lo stile Faller con un vino ricco di struttura e potente che si sviluppa accompagnato da un’equilibrata acidità che ne modella le forme. Chiude persistente con una elegante definizione aromatica, carattere dei vini del domaine.

RIESLING SCHLOSSBERG CUVÉE SAINTE CATHERINE 2009 : nasce dalle vecchie vigne situate nella parte centrale dello Schlossberg. L’eleganza di Colette, Catherine e Laurence Faller si raffigurate in questo vino. I profumi sono nitidi, maturi, freschi e minerali allo stesso tempo. Un vino di particolare spessore e densità, secco, sempre tonico e profondo. Il finale suggella tutta la nobiltà e le complessita del territorio trasmesse da un grande vitigno, il Riesling. Grande vino.

PINOT GRIS RÉSERVE PARTICULIÈRE 2011 : proviene dal  Clos des Capucins. È profumato, floreale e fumé. La leggera presenza di zucchero residuo apporta morbidezza all’attacco gustativo, piacevole il suo sviluppo, fresco e saporito. Chiude con buona persistenza e finezza. Si difende con onore dopo aver assaggiato in prececenza un mostro sacro.

PINOT GRIS ALTENBOURG CUVÉE LAURENCE 2009 : proviene dall’omonimo lieux-dit, raccolto con un leggero ritardo. Questa cuvée esprime tutta la forza e la solidità del Pinot Gris, presenta eleganti complessità aromatiche, equilibrio e una leggera dolcezza all’attacco, un vino profondo e di grande lunghezza. chiude su note di gesso. Molto, molto buono.

GEWÜRZTRAMINER CUVÉE LAURENCE 2009 : questo Gewürz proviene dai terreni marmo-calcarei posti ai piedi dell’Altenbourg. Rispetta il carattere varietale del vitigno con profumi intensi, inebrianti e fini. Un ventaglio di note esotiche, speziate e floreali. Dà una buona grassezza, una bella freschezza e una fine aromaticità al finale.

GEWÜRZTRAMINER ALTENBOURG CUVÉE LAURENCE 2009 : il nobile territorio dell’Altenbourg ci offre un vino di razza e prodondo. Oltre al carattere varietale riscontriamo una forte incidenza dei terreni, è gessoso, cremoso e teso, un carattere che determina una lunghissima persistenza. Gioca su note agro-dolci. Gran bel vino.

Le Vendemmie Tardive (VT) sono delle particolarità tutte alsaziane, come dice il nome le vendemmie sono ritardate di alcune settimane permettendo così agli acini di addolcirsi. Provengono esclusivamente dai vitigni più nobili come il Gewürztraminer, Pinot gris, Riesling e Muscat. L’etichetta può essere completata con le menzioni Alsace o Alsace Grand Gru. Sono regolamentate dal grado zuccherino minimo al momento della vendemmia (in genere attorno ai 14° potenziali) ma questo non ci aiuta a capire quale grado di dolcezza troveremo nella bottiglia (al limite potrebbero essere anche vinificati secchi). Localmente accompagnano i deliziosi piatti a base di fois gras.

PINOT GRIS ALTENBOURG VT 2008: gli aromi sono puri con note di sottobosco (funghi, foglie secche), frutta confit e fumé. La bocca è tonica, i 200 grammi di zucchiri residui sono perfettamente accompagnati da una bella acidità che ne diminuisce la percezione. Chiude con un finale equilibrato e di grande distinzione.

GEWÜRZTRAMINER GRAND CRU FURSTENTUM VT 2009: un vino con una rimarchevole intensità aromatica, la sua qualità è come sempre superba. È floreale e speziato, presenta aromi di agrumi confit. Crememoso e grasso all’attacco, gioca con una buona freschezza e una dolcezza non esagerata.

Il top della gamma è raggiunto grazie alle Sélections de Grains Nobles (SGN), nascono da selezioni manuali di acini attaccati dalla muffa nobile (Botrytis cinerea). Sono vini con una maggiore dolcezza (non esagerata), ricchi, opulenti ed equilibrati, che esprimono un bagaglio aromatico complesso, con un carattere confit, sensazioni molto persistenti.

RIESLING SCHLOSSBERG GRAND CRU SGN 2007: sarà pure presente un’importante quantità di zuccheri ma che energia e che profondità. Ha nerbo, intriga per quel rincorresi continuo di gusti agro-dolci di assoluta finezza. Il finale è molto complesso e persistente, dove ritornano note di frutta esotica, frutta secca e minerali. Grande vino.

GEWÜRZTRAMINER GRAND CRU FURSTENTUM SGN 2006: il colore è dorato e lucente, i profumi evolvono con delicatezza: esotico, speziato e floreale, si riconoscono il pompelmo, la rosa, il miele d’acacia, il lychee. È grasso, opulento ma trova finezza e una buona vivacità. Il suo finale è molto persistente, cesellato e in continua evoluzione. Un’altro vino all’eccellenza.

Conclusione: bastano tre parole per sintetizzare lo stile dei vini delle signore Faller: eleganza, purezza e grande precisione. Grandi assaggi !

La galleria fotografica

 

Informazioni su Stefano & Giorgio ()
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: