Latest News

Hautes Coutures, en blanc et en rouge chez Buisson-Charles

Hautes Coutures en blanc et en rouge chez Buisson-Charles è la storia di un territorio poco considerato nelle mani di un produttore con obiettivi e ambizioni chiare. Les Hautes Coutures sono vigne situate nella piana di Meursault dove lo chardonnay e il pinot noir sono coltivati con egual successo. Ricevono l’autorizzazione a produrre “solo” un Bourgogne régional ma la rigorosa conoscenza del territorio e l’abilita di sfruttare le proprie capacità permettono all’azienda Buisson-Charles di regalarci soddisfazioni non indifferenti. Il nome della vigna viene specificato in etichetta come espressione di un singolo territorio (fatto raramente usato per tale denominazione) mentre dal 2012 sarà pubblicato anche il dipartimento di provenienza, in questo caso Côte d’Or.

Bourgogne Chardonnay “Hautes Coutures” 2011 ci conferma che chi sa produrre grandi Meursault nei 1er cru più importanti di riflesso, anche il suo Bourgogne blanc non potrà che avvantaggiarsi di questa capacità. È limpido, puro, nitido negli aromi. I profumi sono precisi e ricordano la salvia, la menta, la frutta bianca, gli agrumi, … sfumature avvolte da una fresca sensazione. Quando lo assaggi ne berresti a secchi, equilibrato, tonico e di grande piacevolezza. Il finale si distingue per la qualità aromatica e il sapiente uso della botte. Con il passare del tempo e l’aumento della temperatura il vino guadagna in struttura esprimendo sensazioni burrose e di grassezza. Un vino espressivo e già in palla che non potrà mai mancare nella nostra cantina. Un “piccolo” Meursault, un “grande” Bourgogne !

Bourgogne Pinot Noir 2009 (l’etichetta Bourgogne Pinot noir “Hautes Coutures” sarà solamente a partire dall’annata 2010) conferma tutta l’attenzione data a questo vino. Il vino è prodotto con gli identici standard qualitativi di un 1er cru con rese ben al di sotto da quelle richieste dal disciplinare, inoltre negli ultimi anni è regolarmente vinificato con una proporzione del 30% di vendemmie intere. Ciò permette al vino di evidenziare una buona materia colorante che fa presagire una perfetta maturazione. I profumi confermano questa sensazione, ricordano la ciliegia, la mora, la liquirizia, petali di fiori e un fondo minerale. L’attacco gustativo è succoso e di buona ampiezza, un’equilibrio che amplifica la finezza dei tannini e l’energia che il vino rilascia. Il finale dona una piacevole astringenza, un lato fruttato e una fresca salivazione.

Basta poco per regalarsi grande piacere. ” Chapeau les amis “

Informazioni su Stefano & Giorgio (359 Articles)
Giorgio Buloncelli & Stefano Ghisletta, “sommeliers per passione” Questo spazio vuole essere soprattutto un blog di approfondimento. La nostra idea è quella di scoprire e valorizzare le zone viticole e i viticoltori in grado di esprimere al massimo le caratteristiche territoriali delle singole zone. Vini ottenuti con tecniche agricole ed enologiche che esaltano l’impronta del vitigno, del territorio e la personalità del produttore, infatti la standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nel carattere e incapaci di sfidare il tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: