Domaine Monachon a Rivaz

Dietro persone riservate e dal portamento elegante si celano vigneron impegnati ed appassionati. Pierre Monachon e suo figlio Basile hanno la grande fortuna di operare in uno dei posti più belli al mondo dedicati alla viticoltura, quelle terre di Lavaux patrimonio mondiale dell’Unesco tanto care allo Chasselas. Cave de Derrey Jeu copre circa 3 ettari di vigna situati sulle terrazze che cadono a picco sul Lago Lemano, superficie per la gran parte occupata dallo Chasselas (75%). La piccola dimensione, la tradizione (oramai alla sesta generazione), il contatto diretto con la terra, le uve ed il vino permettono di seguire il lavoro con la massima cura ed attenzione.

Tre le versioni di Chassalas: St-Saphorin Les Manchettes, St-Saphorin Les Plantaz e Dézaley Grand Cru Les Côtes dessus sono vini di grande finezza e rilevanza, ma attenzione trascurare a priori i rossi sarebbe un errore.

St-Saphorin Les Manchettes

È raccolto in una vigna di 0.6 ettari, esposta verso sud ad altezze di 480 metri. Genera un vino di forte carattere minerale, con bellissime complessità ed equilibrio. Ha struttura, tensione, lunghezza e qualità aromatica. Bel vino. (annate degustate: 2012 – 2013)

St-Saphorin Les Plantaz

Lo stile dell’azienda è chiaro e privilegia la finezza e la precisione. Generato da una selezione di Chasselas raccolte nella frazione di Les Plantaz presenta delicate sfumature floreali e di erbe aromatiche. La sua struttura non è imponente, cremosa e in perfetto equilibrio. La lunga persistenza è viva e fresca. (annata degustata: 2012)

Dézaley Grand Cru Les Côte Dessus 

Un elogio al classicismo, è ancora trattenuto, ma lascia intendere quanto fondo c’è dietro, specie di carattere minerale. Un vino di classe, di grande equilibrio e profondità che avrà molto da svelare nel corso dei prossimi anni. (annate degustate 2012 – 2013)

St-Saphorin Cuvée du Marin

Cépage Mara. Mai sentito ? Si tratta di una varietà sviluppata presso la Stazione federale di ricerca di Wädenswill, un incrocio tra il Gamay ed il Reichensteiner. Da un vino ricco di materia colorante, i profumi sono balsamici, decisamente su toni di frutta nera e speziati. Al gusto ha struttura, un buon equilibrio e un bel tannino. Sembra già ben distendersi anche sul finale. Bella scoperta. (annata degustata 2012)

St-Saphorin Merlot

Per dei ticinesi assaggiare un’altro merlot elvetico non è facile, per noi in effetti è successo poche volte. Il vino in questo momento paga dazio, estremamente chiuso e poco equilibrato, ma la sostanza è evidente e tutta in evoluzione. Ha struttura, qualità tannica e buona lunghezza. À suivre ! (annata degustata: 2012)

HOPP SUISSE !


DOMAINE MONACHON "CAVE DE DERREY JEU" - Rue du Collège 5 - 1071 Rivaz - Tel. +41 21 946 15 97 - email - web

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...