Domaine Jean-Marc & Thomas Bouley, annata 2014

La degustazione in ante prima dei vini dell’annata 2013 si è svolta nelle cantine del Domaine Jean-Marc & Thomas Bouley nel novembre 2014.

Bourgogne “Pinot noir” 2013

L’annata 2013 è stata poco generosa, le rese per ettaro si aggirano attorno ai 20 hl. per ettaro. Questo ha dato un vino di sorprendente densità e presenza gustativa, senza per altro perdere di freschezza e piacevolezza. La sensazione aromatica è fresca, il tannino fine e il finale salino.

Bourgogne “Hautes Côtes de Beaune” 2013

Il vino rispecchia la propria originalità e maggiore complessità del Bourgogne. È teso, energico, decisamente minerale e lungo nella persistenza.

Beaune “Les Reversées” 2013

Esalta l’ambizione riposta su di lui. Gli aromi sono floreali, speziati e fruttati (bacche rosse e nere). La bocca è viva, ben rinfrescata da una bell’acidità. Una struttura equilibrata che poggia su un tannino raffinato e vellutato. Lo sviluppo gustativo è accompagnato da una precisa finezza aromatica che dà energia e lunghezza alla parte finale del vino.

Volnay 2013

L’assemblaggio riassume alla perfezione quanto citato. L’attacco gustativo è denso e rotondo, ma immediatamente si percepisce una fresca salivazione evidenziata da una intensa presenza minerale (gesso) e da una bella energia che dà brio al finale di bocca. Un vino completo.

Volnay “Clos de la Cave” 2013

Simboleggia alla perfezione lo stereotipo dei vini di Volnay giocando sulla delicatezza, la finezza del tannino e la tensione. Gode di slancio, profondità e lunghezza. Un vino con una precisa definizione del frutto, per nulla imponente e dimostrativo che sa risvegliare ottime sensazioni. Una delizia per il palato.

Volnay “Vieilles Vignes” 2013

Si riconoscono profumi di frutta nera e speziati. Evidenzia un attacco gustativo concentrato e denso ma la vera forza è l’energia ed il dinamismo che prende nella seconda parte della bocca. Il finale è fresco e salino. Limpida la sensazione fruttata a bicchiere vuoto.

Volnay 1er cru “Les Caillerets” 2013

Anche in queste condizioni il vino sa brillare per la tensione, la lunghezza e la mineralità. Sempre fresco ed energico ci presenta già una bella definizione del territorio. Chissà quale sarà il risultato tra alcuni anni.

Volnay 1er cru “Les Carelles” 2013

Ha grosse potenzialità e spessore, gioca su un attacco generoso e concentrato, uno sviluppo pieno d’energia ed un finale molto lungo dove intervengono note salate, di frutta fresca e floreali. Sembra avere più vini nello stesso bicchiere.

Volnay 1er cru “Clos des Chênes” 2013

Per dare ulteriore personalità al vino dal 2010 Thomas ha pensato di aggiungere durante le macerazioni circa il 40% di raspi. È chiaro che lo avevamo apprezzato anche in precedenza ma è pure evidente lo “scatto” che ha subito nel corso degli ultimi anni. L’aspetto aromatico è più elegante e rinfrescato, si è passati da frutti neri maturi e densi a profumi di frutti rossi, floreali e speziati. Anche al gusto ha preso velocità sostenuto da una sottile struttura tannica e da una dinamicità da fare invidia. Il suo sviluppo gustativo è più fluido, preciso e puro. Viaggia con una marcia in più rilasciando una lunghissima persistenza dove si evidenzia l’aspetto salino.

Pommard 1er cru “Les Fremiers” 2013

Questa degustazione è la testimonianza che in Borgogna non ci sono più piccole, infatti basta abbassare i rendimenti e fare le cose nel modo più professionale possibile. In questo caso i rendimenti sono di soli 13 hl. per ettaro (!!!!!) che hanno permesso di ottenere succhi di grande qualità. Il vino si esprime in tutta la propria pienezza, ha in tannino sottile e levigato, una bellissima energia e un’intensa definizione aromatica.

Pommard 1er cru “Les Rugiens” 2013

Lo stile scelto da Thomas esalta in modo indelebile la definizione territoriale. Già al naso mostra con fragore questa complessità minerale, un carattere roccioso e gessoso che non lascia dubbi. Un vino cristallino e puro nel suo sviluppo, pieno di dinamismo ed energia. È asciutto e riprende anche in finale di bocca una fresca e marcata salinità.

 

 

 

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...